Seine-et-Marne: creazione di un vasto parco fotovoltaico nell’ex cava di Chartrettes

Seine-et-Marne: creazione di un vasto parco fotovoltaico nell’ex cava di Chartrettes
Seine-et-Marne: creazione di un vasto parco fotovoltaico nell’ex cava di Chartrettes
-

Di Editoriale La Repubblica della Senna e della Marna
pubblicato su

10 24 maggio alle 5:56

Vedi le mie notizie
Segui La Repubblica della Senna e della Marna

Come parte di transizione energetica e la lotta contro il cambiamento climatico, la città di Chartrettes, nella Senna e Marna, si lancia in un grande progetto: la creazione di un parco fotovoltaico sul sito di la vecchia cava di sabbia Trouboulan.

» L’obiettivo è sfruttare una fonte di energia rinnovabile per ridurre le emissioni di gas serra e preservare l’ambiente locale, in un sito abbandonato da molti anni, spiega il sindaco Pascal Gros. Questo progetto si integrerà nel paesaggio naturale senza disturbi visivi e acustici per le case vicine e per i pedoni.

7,2 ettari di pannelli

Il consiglio comunale ha votato a favore del progetto, che sarà realizzato con il FES rinnovabile. Questo parco solare 7,2 ettari produrrà energia per una città di 4.000 abitantiuna popolazione leggermente più numerosa di quella di Chartrettes.

“Grazie a questo impianto fotoelettrico e al ns centrale idraulica, saremo un comune positivo nella produzione di energie rinnovabili, afferma entusiasta l’eletto. Chartrettes è uno dei primi comuni della Senna e Marna a lanciarsi in quest’avventura! Non saremo in autoproduzione, perché l’energia lo sarà direttamente immesso nella rete nazionale “.

Gli abitanti di Chartrettes venivano regolarmente consultati. » È un progetto che, nel complesso, ha avuto il plauso dei chartretini, continua Pascal Gros. Inizieremo, una volta firmate le firme con EDF Renewable, ad entrare nelle fasi distudio di impatto su fauna, flora e biodiversità. Questo studio durerà circa un anno.” Per quanto riguarda il calendario, se andrà come previsto, l’apertura del parco è prevista 2027.

Edifici pubblici

Il comune ha anche un secondo progetto legato a ENR Renewable che riguarda una fonte di energia inautoconsumo per il edifici pubblici. Il sindaco traccia le linee: »L’idea sarebbe quella di installare 400 m2 500 metri di distanza2 di pannelli fotovoltaici sul tetto della palestra Combrieu. Ciò consentirebbe di alimentare l’integrità del consumo delle scuole di Chartrettes, e forse in parte del municipio e del centro culturale. Ma per il momento abbiamo dei vincoli tecnici da verificare e abbiamo incaricato uno studio di progettazione”.

Un guadagno finanziario

L’installazione dei pannelli fotovoltaici è finanziata dall’operatore, che è responsabile dell’installazione, della manutenzione, del funzionamento e del futuro smantellamento, fino a più di1 milione di euro.

Video: attualmente su -

» Per il Comune è a costo zero!, conclude Pascal Gros. Al contrario, lo è un guadagno di denaro grazie al contratto di locazione che ci permetterà di riscuotere parte delle tasse patrimoniali, legate all’insediamento della struttura sui nostri terreni. Tutto questo fa bene alle finanze pubbliche! »

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Festival della Musica 2024 a Pontault-Combault nella Senna e Marna (77)
NEXT Un’azienda di Vaudreuil chiusa dalla prefettura dell’Eure per lavoro clandestino