Dubbi. Il loro cane ucciso a colpi di arma da fuoco, questa coppia di Mouthe chiede giustizia

Dubbi. Il loro cane ucciso a colpi di arma da fuoco, questa coppia di Mouthe chiede giustizia
Dubbi. Il loro cane ucciso a colpi di arma da fuoco, questa coppia di Mouthe chiede giustizia
-

Stupore, tristezza, incomprensione o addirittura rabbia. Da sabato scorso Sonja e Mickaël Mennequin hanno attraversato tutti gli Stati. Quel giorno, la coppia che vive a Mouthe è rimasta fuori tutto il giorno e al loro ritorno è stata sorpresa di trovare aperta una delle finestre a bovindo del loro soggiorno. Poiché tutti i loro effetti personali non erano stati spostati, la possibilità di un furto con scasso è stata subito esclusa. “Ogni volta che siamo via, i nostri tre cani sono dentro. Non sappiamo se è stato uno di loro ad aprire”, confida Sonja Mennequin. “Quando siamo arrivati ​​a casa, il nostro bovaro bernese festeggiava con noi, mentre Suky era nel suo angolo. »

Coaguli di sangue che hanno causato un ictus

Non abituati a vedere la loro montagna dei Pirenei in quello stato, la coppia si è preoccupata e l’ha ricoperta di carezze. “Ha iniziato a sanguinare e lo abbiamo portato d’urgenza dal veterinario perché non capivamo cosa avesse che non andava. Per noi non avrebbe potuto litigare con il pastore, perché sono cresciuti insieme”, assicura Sonja Mennequin.

Per cercare di chiarire la situazione, il veterinario decide di fare una radiografia a Suky. Il risultato è chiaro: la montagna dei Pirenei ha preso una pallottola o un pallino.

Il corpo estraneo è contro la colonna vertebrale. L’operazione è rischiosa. La coppia torna quindi a casa con il cane. “Il veterinario voleva aspettare per vedere se la palla si sarebbe mossa o meno. Quindi lo abbiamo tenuto sotto osservazione. » Il giorno dopo, i proprietari di Suky sono felici di vedere che il loro animale domestico è più vivace. Ma l’impatto del proiettile provocò un ematoma e poi dei coaguli di sangue che alla fine causarono un ictus. L’animale, che aveva solo due anni, morì a causa delle ferite riportate.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

Presentata una denuncia

Ora, la coppia e i loro tre figli vogliono che sia fatta giustizia per questo cane che avevano da piccoli. “Vogliamo solo che la gente sappia che c’è qualcuno a Mouthe che è capace di estrarre la pistola e uccidere un cane nella sua proprietà. »

La famiglia ha sporto denuncia e sono in corso le indagini per cercare di chiarire i fatti. Contattata telefonicamente, la gendarmeria non ha voluto commentare. Un’ondata di sostegno circonda ora i Meuthiard, che hanno anche creato una pagina Facebook intitolata “Giustizia per Suky”. Quest’ultimo giovedì era già seguito da quasi 400 persone.

#French

-

PREV Russia: il duro affronto del gas inflitto dalla Cina a Putin riguardo al gasdotto Power of Siberia 2
NEXT Cantal. Il grande festival Vélo de Selle torna in scena a Marcolès