Zanzare e zecche potrebbero essere più numerose quest’anno nel Nord e nel Passo di Calais

Zanzare e zecche potrebbero essere più numerose quest’anno nel Nord e nel Passo di Calais
Zanzare e zecche potrebbero essere più numerose quest’anno nel Nord e nel Passo di Calais
-

I lettori ci segnalano numerose zanzare in diversi luoghi della regione, da Lille a Bourbourg passando per Desvres e Avesnes-sur-Helpe. “ Non ne ho mai avuti così tanti e sta diventando sempre più presto “, ” ce ne sono molti più del solito », ci scrivi.

Allo stesso modo, abbiamo ricevuto diverse lettere che ci avvisavano dell’abbondanza di zecche. “ Lo dicono tutti, quest’anno sono tanti », ci racconta, ad esempio, un lettore di Hazebrouck.

Dalla parte delle zanzare…

Cos’è veramente? “ Non abbiamo ancora dati precisi sull’argomento », spiega Théalie Dhellemmes. “ E ciò che vediamo da un punto di vista locale non è necessariamente vero a livello globale. “.

Tuttavia, sono soddisfatte alcune condizioni affinché le zanzare siano numerose quest’anno: “ affinché le zanzare possano prosperare »ricorda lo specialista degli insetti, sono necessari sia il calore che l’umidità. Comunque i mesi di marzo e aprile sono stati molto piovosi senza essere molto freddi.

Potrebbero essere più presenti in città che in campagna », precisa Théalie Dhellemmes, perché non hanno predatori. “ Crescono negli stagni di campagna, alcuni di essi vengono naturalmente mangiati dai loro predatori, rane e libellule. Nelle città si riproducono in acque stagnanti, come sottovasi sotto le piante e, senza predatori, possono proliferare “. Inoltre, il riscaldamento globale favorisce naturalmente un aumento del numero di zanzare: “ più fa caldo, più velocemente si sviluppa, più breve è il suo ciclo vitale e più generazioni di zanzare si susseguono “.

…e zecche

A differenza delle zanzare, le zecche non hanno bisogno di acqua per svilupparsi, ma odiano la siccità (il che spiega perché nel 2022 ce n’erano meno), e amano anche l’umidità associata a temperature medie, né troppo calde né troppo fredde. Anche qui il clima delle ultime settimane potrebbe essere stato favorevole ad un arrivo anticipato e massiccio. Lo testimonia l’entomologo” Nemmeno io ho dati precisi, ma sul campo diversi colleghi hanno effettivamente notato che osservavamo più del solito “.

Diffuse in tutta la Francia (ancor più nel Grand Est e nell’Auvergne – Rodano – Alpi che nell’Hauts-de-France), le zecche vivono nelle zone boscose e umide, nell’erba alta, nei prati, nei giardini e nei parchi forestali o urbani. Il 10% di loro è affetto da borreliosi, che trasmette all’uomo la pericolosa malattia di Lyme.

Con inverni più miti le zecche possono essere presenti anche tutto l’anno, secondo l’analisi degli esperti dell’Università di Hohenheim di Stoccarda.


#French

-

PREV tre furti con scasso in cinque mesi al Secours populaire dell’Isère, volontari disgustati
NEXT Inquietante scomparsa di Rouymatou, 19 anni: la giovane che ha lasciato l’Aveyron è ricercata a Tolosa