Condannato questo mercoledì, Cheikh Yerim Seck contrattacca pochi minuti dopo

Condannato questo mercoledì, Cheikh Yerim Seck contrattacca pochi minuti dopo
Condannato questo mercoledì, Cheikh Yerim Seck contrattacca pochi minuti dopo
-

Martedì scorso, Cheikh Yérim Seck e il direttore di Harmattan France, Xavier Pyren, sono stati condannati per diffamazione contro l’ex capitano Seydina Oumar Touré nell’affare Adji Sarr – Sonko. Hanno ricevuto una pena detentiva con sospensione della pena di 6 mesi e una multa di 5.000.000 di FCFA. A seguito di questo verdetto, il giornalista senegalese ha reagito, denunciando una sentenza emessa in contumacia.

“Prendo atto della decisione emessa l’8 maggio 2024 dal Tribunale di Dakar, che condanna me e Xavier Pryen, direttore di L’Harmattan-France, a seguito di una denuncia per diffamazione presentata dal signor Seydina Oumar Touré.

Questa decisione è stata presa in contumacia, poiché al mio avvocato, Me Mamadou Guéye Mbow, è stato impedito di parlare all’udienza. In questione la mia assenza, pur documentata da elementi in possesso del mio avvocato e che il tribunale non ha voluto esaminare. Così come il tribunale non ha ritenuto opportuno ricevere le mie prove a sostegno degli scritti attaccati per diffamazione.

Essendo stato all’estero per diversi mesi per motivi professionali, ho deciso di ricorrere in appello contro questa decisione. Davanti alla corte d’appello farò valere le mie difese se Dio, padrone dei giorni a venire, mi darà la vita. Possa Allah vegliare su di noi e sul Senegal”, ha scritto Cheikh Yérim Seck.

#Senegal

-

PREV La prima fiera dell’antiquariato di Tulle continua domenica nella sala Auzelou
NEXT Raphaël Glucksmann all’incontro degli eletti del Morbihan a Baud