“Non finisce qui!” : radar vandalizzati in serie nell’Orne, danni per 240.000 euro

“Non finisce qui!” : radar vandalizzati in serie nell’Orne, danni per 240.000 euro
“Non finisce qui!” : radar vandalizzati in serie nell’Orne, danni per 240.000 euro
-

A Orne, nelle ultime settimane, una decina di dispositivi sono stati danneggiati o distrutti.

Una squadra TF1 si è recata sul posto.

Segui la copertura completa

L’1 p.m.

È il triangolo dei radar delle Bermuda: sul D909, sul D18 e sul D976, nell’Orne, quattro sono stati messi fuori servizio nella sola notte tra l’1 e il 2 marzo. Due erano ricoperti di vernice, gli altri due tagliati con una smerigliatrice, riferisce Il combattente Orne. A gennaio ne furono ritrovati altri quattro “incappucciato” sotto spessi teloni in questa stessa zona, rivelato Francia occidentale. Poi la settimana scorsa, non lontano da lì, a Montilly-sur-Noireau, una torretta radar è stata nuovamente tagliata, meno di dieci giorni dopo la sua reinstallazione da parte del comune. Un secondo peggioramento in appena tre mesi…

  • Leggi anche

    Mistero nell’Orne: diversi radar distrutti in poche settimane

“Non finisce qui! Che siamo a favore o contro gli autovelox, fa sempre un po’ male al cuore. È sempre in gioco l’attrezzatura e la sicurezza stradale, soprattutto perché abbiamo già avuto parecchi incidenti. “, sussurra il sindaco Antoine Gérard nel suo resoconto delle 13 su TF1 in apertura di questo articolo. Un nuovo dispositivo vale tra 10.000 e 30.000 euro a seconda delle sue dimensioni, questa dozzina di danni dall’inizio dell’anno nel dipartimento sono già costati alle autorità 240.000 euro. Si tratta di quasi il doppio rispetto a tutta la spesa dell’anno scorso.

Una “pompa di soldi”?

“Credo che sia stufo. Ci sono radar che sono utili perché sono piazzati in posti pericolosi, ma la maggior parte sono soprattutto una pompa di soldi”, reagisce un automobilista dell’Ornes interrogato dalla nostra squadra. Un altro punto, lei, quello “Sono tutti a pagare per questi danni”…E per una buona ragione: è lo Stato, e quindi noi, a finanziare le riparazioni.

  • Leggi anche

    “Qui la loro aspettativa di vita è di quattro giorni”: dove vengono più vandalizzati i radar in Francia?

Secondo il Viminale, in dieci anni sono stati registrati sui radar 50.000 atti dolosi, di cui 35.000 dal 2018 al 2022, per una media di 6.000 all’anno. “In sintesi, le multe seguite a un segnale radar generano entrate per un miliardo di euro ogni annoci ha illuminato, all’inizio di febbraio, Stéphanie Fontaine, giornalista specializzata in sicurezza stradale per il sito Caradisiaco. È un sistema redditizio, visto che le spese sono stimate in poco più di 300 milioni di euro.” In altre parole: nonostante i danni sempre crescenti, i radar non abbandoneranno i bordi delle nostre strade.


Hamza HIZZIR | TF1 riporta Ignacio Bornacin, Guillaume Thorel, Xavier Thoby

-

PREV Nicchia fiscale, affitti stagionali… il Senato affronta la regolamentazione degli alloggi turistici ammobiliati come Airbnb
NEXT La Francia U17 umiliata dall’Inghilterra per il suo ingresso all’Euro