Nell’Hérault, la fiamma olimpica accolta da un sistema di sicurezza di dimensioni senza precedenti

Nell’Hérault, la fiamma olimpica accolta da un sistema di sicurezza di dimensioni senza precedenti
Nell’Hérault, la fiamma olimpica accolta da un sistema di sicurezza di dimensioni senza precedenti
-

Di Lea Pippinato
pubblicato su

7, 24 maggio alle 17:14

Vedi le mie notizie
Segui Metropolitana

La fiamma olimpica è dentro Hérault questo lunedì 13 maggio. Partendo da Mont Saint-Clair, passerà per Sète, Balaruc-les-Bains, Juvignac per finire con il momento clou della giornata: Montpellier, città tappa. Ciò significa quindi che oltre alla fiamma, al termine della corsa, ci sarà la cerimonia ufficiale di accensione del calderone alle 19,30, in Place de l’Europe, dove sono attese 10.000 persone. In totale saranno 22 i chilometri, di cui 3,5 in acqua, da percorrere in una sola giornata.

Al di là dell’evento sportivo e popolare, si tratta infatti di un’organizzazione eccezionale, legata a una “minaccia terroristica molto presente”, ma anche “a una persona che, per ragioni ideologiche, vuole fermare o interrompere il passaggio della fiamma”, sostiene il prefetto dell’Hérault François Xavier-Lauch, nel corso di una conferenza stampa organizzata questo martedì 7 maggio presso la prefettura. 1.500 agenti di polizia e gendarmi saranno mobilitati nelle quattro città dove passerà l’emblema dei Giochi Olimpici.


A Montpellier, sarà anche ben circondata, con 100 membri della polizia, tra cui il GIGN, e 18 agenti, la cui missione è quella di aggirare i trasportatori, tra cui un agente di polizia di Béziers. Questo sistema mobilita anche 180 vigili del fuoco, due elicotteri della gendarmeria, sette droni, 80 agenti di sicurezza e soldati della forza Sentinel, “con la capacità di intervenire in caso di eventi più grandi”, sostiene François-Xavier Lauch.

Un sistema di scala equivalente a quello del Tour de France. Sono prese tutte le precauzioni per proteggere la fiamma, i portatori ma anche gli spettatori, anche in un ambiente acquatico, dove il prefetto dell’Hérault vede le sue competenze condivise con la prefettura marittima del Mediterraneo. “Il perimetro di sicurezza attorno alla fiamma è stabilito a 350 metri e le barche saranno mobilitate in modo che altre navi non possano avvicinarsi alla fiamma. La velocità è limitata a 5 nodi”, afferma.

Molti divieti

Il prefetto prenderà diverse ordinanze, tra cui il divieto di manifestazioni lungo il percorso. “Non si tratta di vietare le manifestazioni, ma invito gli organizzatori a contattare la Prefettura affinché si svolgano altrove che sulla via della fiamma”, ironizza François-Xavier Lauch. Sono inoltre vietati il ​​trasporto e l’uso di fuochi d’artificio, carburante per taniche, alcolici domestici e tutti i prodotti infiammabili, nonché il trasporto di armi. Sarà inoltre vietato pilotare droni e qualsiasi velivolo: piccoli aerei, parapendii, paracadute, ecc. In caso di mancato rispetto delle norme sono ovviamente previste sanzioni. “Coloro che desiderano catturare bellissime immagini della fiamma utilizzando il proprio dispositivo, sono avvisati, il drone verrà abbattuto”, avverte il rappresentante statale del dipartimento.

Sul percorso della fiamma e nelle strade adiacenti sarà vietata la sosta dei veicoli: “Durante la giornata di domenica bisognerà spostare l’auto. Se non verrà fatto abbastanza presto lunedì mattina, verrà sequestrato.” Altri decreti che danno priorità al passaggio della fiamma a seconda della natura del percorso, il traffico sarà gravemente interrotto questo 13 maggio. A Sète, ad esempio, parti della città saranno divise per lunghe ore e sarà quindi impossibile spostarsi da una parte all’altra. Tutte le informazioni sono disponibili su https://www.agglopole.fr/la-journee-de-la-flamme/

Come muoversi a Montpellier?

A Montpellier, chi è abituato a parcheggiare su tre percorsi specifici, da Place du Soleil de Juvignac a Sanofi, rue du Pilori, così come dall’Arco di Trionfo a Place de la Comédie, ma soprattutto tra il Château de la Piscine, Anche l’avenue de Lodève fino a Place de l’Europe ad Antigone dovrà organizzarsi. “Circa due ore prima che la fiamma passi, le strade interessate saranno chiuse”, aggiunge Marjorie Ghizoli, direttrice della polizia nazionale. Per quanto riguarda i trasporti pubblici, tram e autobus si prevedono grossi disagi tra le 15:00 e le 20:00, con ritardi e interruzioni occasionali. Per quanto riguarda i parcheggi, saranno chiusi quelli di Foch e quelli del Mercato dei Fiori. Trovate tutti i dettagli necessari su https://www.montpellier3m.fr/sport/montpellier-accueille-le-relais-de-la-flamme

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Vacanze. Quali negozi rimarranno aperti nell’Oise l’8 e il 9 maggio?
NEXT Senegal: 132 navi nazionali e 19 navi straniere autorizzate a pescare nelle acque del paese