Invasione di scarafaggi giapponesi: campi da calcio coperti a Kloten

-

Le autorità di Zurigo intensificano gli sforzi per eliminare la popolazione di coleotteri giapponesi scoperta l’anno scorso a Kloten. I campi da calcio della città sono ora coperti da teloni, poiché le misure precedenti non erano sufficienti.

I campi di calcio dell’FC Kloten sono stati ricoperti da larve di coleotteri giapponesi, nel tentativo di debellare questa popolazione di coleotteri particolarmente dannosa per 300 specie di piante e alberi.

Probabilmente quest’anno le squadre dell’FC Kloten non potranno più utilizzare l’impianto. I teloni che li ricoprono devono far morire l’erba per privare di cibo le larve dello scarabeo giapponese e per evitare che quelle che sopravvivono volino via, una volta diventate coleotteri.

Campi da calcio coperti a Kloten (ZH) contro lo scarabeo giapponese – Gallery

Campi da calcio coperti a Kloten (ZH) contro lo scarabeo giapponese - Gallery. I campi di calcio dell'FC Kloten sono stati ricoperti da larve di coleotteri giapponesi, nel tentativo di debellare questa popolazione di coleotteri particolarmente dannosa per 300 specie di piante e alberi.

I campi di calcio dell’FC Kloten sono stati ricoperti da larve di coleotteri giapponesi, nel tentativo di debellare questa popolazione di coleotteri particolarmente dannosa per 300 specie di piante e alberi.

Campi da calcio coperti a Kloten (ZH) contro lo scarabeo giapponese - Gallery. Probabilmente quest'anno le squadre dell'FC Kloten non potranno più utilizzare l'impianto. I teloni che li ricoprono devono far morire l'erba per privare di cibo le larve dello scarabeo giapponese e per evitare che quelle che sopravvivono volino via, una volta diventate coleotteri.

Probabilmente quest’anno le squadre dell’FC Kloten non potranno più utilizzare l’impianto. I teloni che li ricoprono devono far morire l’erba per privare di cibo le larve dello scarabeo giapponese e per evitare che quelle che sopravvivono volino via, una volta diventate coleotteri.

“Partiamo dal presupposto che i campi da calcio siano l’epicentro dell’invasione dei coleotteri giapponesi a Kloten”, ha dichiarato martedì ai media riuniti Fiona Eyer, del Servizio fitosanitario cantonale. Coprendoli con teli di plastica, il parassita viene combattuto a diversi livelli, spiega.

Il deperimento del prato coperto porta alla morte delle larve dello scarabeo, private del cibo. E se alcuni di loro riuscissero comunque a trasformarsi in scarabei, il telone impedirebbe loro di prendere il volo. Inoltre gli eventuali scarafaggi ancora presenti a Kloten alla fine dell’estate non sarebbero più in grado di deporre le uova sul campo di calcio.

Metodo drastico, anche per l’FC Kloten

La copertura dei campi da calcio cittadini è una delle misure più importanti adottate fino ad oggi. Durerà almeno fino all’autunno. “Siamo ottimisti riguardo alle possibilità di successo di questa misura drastica”, ha detto Fiona Eyer.

Anche per l’FC Kloten la misura avrà conseguenze drastiche. Le sue squadre non potranno più allenarsi o giocare partite negli stadi dei club. Ciò era già avvenuto l’estate scorsa per la presenza dei coleotteri giapponesi. Tuttavia, non esiste alcuna base giuridica che gli dia diritto a un risarcimento finanziario.

Con le misurazioni dell’anno scorso

Allo stesso tempo le autorità zurighesi prenderanno ulteriori misure. La maggior parte di essi era già stata prelevata l’anno scorso senza eradicare lo scarabeo. Questi includono l’uso di insetticidi e trappole.

L’irrigazione sarà nuovamente vietata durante l’estate per evitare che le femmine depongano le uova nei terreni umidi. Come l’anno scorso, i rifiuti biologici del comune e delle zone di osservazione limitrofe non possono essere smaltiti altrove. Con queste misure il Cantone segue le direttive della Confederazione.

Primo popolamento a nord delle Alpi

I coleotteri giapponesi scoperti l’estate scorsa a Kloten costituiscono la prima popolazione rinvenuta a nord delle Alpi. Questo insetto coleottero, lungo da 8 a 12 millimetri, attacca circa 300 piante di varie famiglie, tra cui bacche, alberi da frutto, viti, mais, rose, tigli, betulle e persino aceri.

In Italia è presente dal 2014. In Svizzera inizialmente è stato rinvenuto in gran numero solo in Ticino. Dal 2019 è stato poi scoperto isolatamente nei cantoni Soletta e Basilea Città.

Alla fine dell’estate scorsa sono stati avvistati coleotteri giapponesi anche nei comuni vallesani di Zwischenbergen e del Sempione. Il Canton Vallese ha adottato misure concrete per cercare di debellare lo scarabeo.

fidanzata, ats

-

PREV Il grande ritorno degli STYX in Quebec dopo 5 anni di assenza: “Passava troppo tempo prima che tornassimo a vedervi”, confida il tastierista e cantante Gowan
NEXT Ritorno della zanzara tigre in Belgio: l’appello di Sciensano ai belgi