Secondo B’nai Brith, gli incidenti antisemiti sono raddoppiati nel 2023 in Canada

Secondo B’nai Brith, gli incidenti antisemiti sono raddoppiati nel 2023 in Canada
Secondo B’nai Brith, gli incidenti antisemiti sono raddoppiati nel 2023 in Canada
-

I leader ebrei canadesi lanciano l’allarme poiché il numero di episodi di odio contro gli ebrei è raddoppiato in un anno.

B’nai Brith Canada afferma di aver documentato quasi 5.800 episodi di antisemitismo nel 2023, inclusi atti di violenza, molestie e vandalismo. Nel 2022 si sono verificati meno di 2.800 incidenti di questo tipo.

In totale, nel 2023 sono stati segnalati 77 episodi di violenza, più del triplo dei 25 registrati nel 2022.

Richard Robertson, direttore della ricerca e del patrocinio presso B’nai Brith, afferma che questo è il numero più alto di incidenti antisemiti nel paese da quando l’organizzazione di difesa della comunità ebraica ha iniziato a monitorare la situazione, nel 1982.

Ciò ha fatto sì che gli ebrei canadesi si sentissero soli, ostracizzati e indesiderati nel loro stesso paese, ha sostenuto.

Henry Topas, direttore regionale del Quebec, ha spiegato in una conferenza stampa che gli incidenti non possono essere attribuiti a un gruppo particolare dell’azienda.

“Gli episodi di antisemitismo in Canada possono essere attribuiti all’estrema sinistra, all’estrema destra e a coloro che agiscono per volere di attori stranieri”, ha spiegato.

“Il Canada può fare di meglio. »

Da vedere in video


#Canada

-

PREV L’Alberta intervista i residenti in previsione della riforma dell’assicurazione auto
NEXT Il tempo in Vandea: ad aprile, “sole conforme alle norme stagionali”!