Béatrice Orès sarà ad Aurillac per “dimostrare che non tutti gli ebrei la pensano allo stesso modo”

Béatrice Orès sarà ad Aurillac per “dimostrare che non tutti gli ebrei la pensano allo stesso modo”
Béatrice Orès sarà ad Aurillac per “dimostrare che non tutti gli ebrei la pensano allo stesso modo”
-

Il collettivo Cantal Palestine Solidarité invita Béatrice Orès dell’Unione ebraica francese per la pace, venerdì 10 maggio a Aurillac, alle 18,30.

“Abbiamo pensato che sarebbe stato interessante dare la parola a un ebreo, per dimostrare che non tutti gli ebrei la pensano allo stesso modo. » Paul Hermet, attivista del Movimento contro il razzismo e per l’amicizia tra i popoli, vuole decostruire gli amalgami “tra antisemitismo e antisionismo”. All’origine del collettivo Cantal Palestine Solidarity con Françoise Martin, attivista della Lega per i Diritti Umani del Cantal, non vuole imporre alcun pensiero, ma difende una posizione di cessate il fuoco.

Un dibattito per “parlare dei pericoli del sionismo”

Il collettivo, che ha intensificato le sue azioni dall’inizio del conflitto tra Hamas e Israele, ha continuato a crescere dalla sua creazione lo scorso gennaio e dall’avvio del movimento in autunno. Conta oggi una cinquantina di iscritti, a cui si aggiungono alcuni rappresentanti del mondo associativo e anche dei partiti politici. “Il 28 novembre abbiamo organizzato un dibattito al Cristal attorno al film Yallah Gaza (documentario, 2023). Sono arrivate 145 persone e alcune non hanno trovato posto…”

Nasce ad Aurillac un collettivo per la pace in Palestina: “Rifiutiamo l’odio, da qualunque parte provenga”

A marzo, il collettivo ha anche organizzato una giornata tematica a Loupiote, con la proiezione del film Les Citronniers (di Eran Riklis, 2008) e un pasto palestinese.

Non siamo qui per fomentare l’odio, è il contrario. Stiamo facendo una campagna perché finalmente arrivi una soluzione politica

Per ora Paul Hermet e Françoise Martin vogliono evitare confusione. “È un argomento complesso, per un conflitto che è anche estremamente complesso”, aggiunge Françoise Martin. Il 10 aprile la deputata Alma Dufour ha reso la sua testimonianza. Questa volta il collettivo ha scelto Béatrice Orès, membro dell’Unione ebraica francese per la pace, “per parlare dei pericoli del sionismo”. Parlerà venerdì 10 maggio, alle 18,30, nella sala n. 1 della Maison des associazioni, place de La Paix, ad Aurillac.

Anna Modolo

#French

-

PREV Val-d’Oise: fate riparare la vostra bicicletta alla stazione fino a ottobre
NEXT Un centinaio di carovane e 400 persone si sono sistemate sui campi sportivi di Saint-Viance