Charente: un uomo processato per aver ucciso la nonna con una motosega

Charente: un uomo processato per aver ucciso la nonna con una motosega
Charente: un uomo processato per aver ucciso la nonna con una motosega
-

Un uomo di 27 anni è comparso da lunedì fino al 14 maggio davanti all’Assise della Charente.

Nel maggio 2021, ha ucciso sua nonna usando una motosega e ha lasciato il suo corpo sotto la tettoia di un pollaio.

La morte del padre della ventenne e storie di successione avrebbero motivato il suo intervento.

È nella piccola cittadina di Les Pins, a nord-est di Angoulême e che conta meno di 500 abitanti, che nella primavera del 2021 è stato commesso un crimine estremamente violento. Tre anni dopo i fatti, un uomo di 27 anni, accusato di aver ucciso la nonna di 76 anni con una motosega, da lunedì ricompare per omicidio davanti alla Corte d’assise della Charente.

Il corpo della settantenne, mutilato e in parte carbonizzato, è stato scoperto nel maggio 2021 da una vicina, disteso sotto la tettoia di un pollaio vicino a casa sua, nel villaggio di Les Pins, a nord-est di Angoulême. Poco dopo, il nipote della vittima è stato interrogato come testimone e poi posto in custodia di polizia. Inizialmente ha negato i fatti poi, di fronte alle prove a suo carico, ha confessato.

Alcol ed “esplosione emotiva”

Secondo l’indagine condotta dai gendarmi, il nipote aveva avuto cattivi rapporti con la nonna dopo la morte del padre a metà degli anni 2010. Aveva vissuto molto duramente la morte e le liti per l’eredità avevano inquinato molto i rapporti familiari.

La sera dei fatti era ubriaco e il suo avvocato, Rachid Rahmani, parla di a “impennata emotiva”. L’imputato si sarebbe recato a casa della nonna per danneggiare la sua abitazione e sarebbe stato sorpreso da quest’ultima nei pressi del pollaio. “E lì, va nel panico, con l’alcol, l’adrenalina, c’è qualcosa che non può controllare”, dice il suo avvocato.

  • Leggi anche

    Nîmes: un uomo sospettato di aver violentato e ucciso la nonna di 92 anni

Ha cercato di far sparire il corpo

All’improvviso, con la motosega in mano, che aveva precedentemente utilizzato per tagliare le persiane, ha colpito più volte la nonna al viso e alla testa. La significativa perdita di sangue ha provocato un infarto che, secondo il rapporto dell’autopsia, ha portato alla morte.

Il nipote ha poi tentato di far sparire il corpo bruciandolo. Rischia l’ergastolo. La sentenza è attesa per il 14 maggio.


COME con AFP

-

PREV SENEGAL-MINERE-INQUINAMENTO / Kédougou: le aziende del ministero esortano a conformarsi ”senza indugi” al piano di gestione ambientale e sociale – Agenzia di stampa senegalese
NEXT Problema al motore: l’aereo dell’Air Canada effettua un atterraggio di emergenza poco dopo la partenza