Senegal: la nuova potenza annuncia un tour internazionale in Burkina, Guinea, Mali e Niger

Senegal: la nuova potenza annuncia un tour internazionale in Burkina, Guinea, Mali e Niger
Senegal: la nuova potenza annuncia un tour internazionale in Burkina, Guinea, Mali e Niger
-

Il nuovo potere senegalese, incarnato dal presidente della Repubblica, Bassirou Diomaye Faye, e dal suo primo ministro, Ousmane Sonko, ha fatto una serie di atti e annunci che lasciano impassibili gli osservatori, sia sulla governance nazionale che sulla politica estera del paese. Senza odio né vendetta, la potenza di Dakar dispiega la sua tabella di marcia generalmente presentata nel discorso di giuramento pronunciato dal presidente il 2 aprile 2024.

“A livello africano, la portata dei rischi per la sicurezza e le numerose sfide che dobbiamo affrontare ci impongono una maggiore solidarietà. Sento chiaramente la voce delle élite disinibite che affermano forte e chiaro la nostra comune aspirazione a maggiore sovranità, sviluppo e benessere. Insieme ai miei colleghi, riaffermo l’impegno del Senegal a rafforzare gli sforzi per la pace, la sicurezza, la stabilità e l’integrazione africana. Ai paesi e ai partner amici, ribadisco l’impegno e l’apertura del Senegal agli scambi rispettosi della nostra sovranità, coerenti con le legittime aspirazioni del nostro popolo in un partenariato reciprocamente vincente”, ha affermato il più giovane presidente della storia del Senegal, in occasione del suo giuramento -in cerimonia.

Così, dopo aver dedicato le sue prime uscite internazionali ai vicini Mauritania e Gambia, il governo Faye annuncia la dinamica delle visite in Guinea, Mali, Niger e Burkina, secondo il collega senegalese Senego.

L’annuncio è stato dato dal primo ministro Ousmane Sonko, che ha presieduto, domenica 5 maggio 2024, la prima riunione dell’Ufficio Politico del suo partito, i Patrioti del Lavoro, dell’Etica e della Fraternità (PASTEF).

“Il partito assumerà la sua opzione panafricanista e sovranista, rafforzando i suoi partenariati politici a livello africano e subregionale. A questo scopo stiamo programmando un tour, su invito dei nostri partner, che dovrebbe iniziare con tappe in Guinea Conakry, Mali, Burkina Faso e Niger.

Rafforzeremo anche i nostri partenariati politici con il resto del mondo, rafforzando le relazioni esistenti ed esplorando le numerose nuove sollecitazioni provenienti da tutti i continenti. Nell’ambito di questo capitolo, daremo il benvenuto a Dakar, dal 14 al 18 maggio 2024, una delegazione dell’INSOUMIS francese, composta da funzionari eletti e guidata dal Sig. Jean-Luc Mélanchon,” si legge nelle osservazioni fatte da Ousmane Sonko durante il suddetto incontro politico, riferito da Senego.

Secondo il collega senegalese la scelta di questi Paesi non sembra essere banale. “In effetti, Guinea, Mali, Burkina Faso e Niger sono tutti attori chiave nel panorama politico dell’Africa occidentale e la loro importanza strategica nella regione non può essere sottovalutata. Visitando queste nazioni, Sonko cerca di stabilire forti partenariati politici che potrebbero potenzialmente influenzare le dinamiche regionali e continentali”, scavano i media.

OL

Lefaso.net

#Senegal

-

PREV Francia – Mondo – Crimini contro l’umanità: aperto in Francia il primo processo per i crimini del regime siriano
NEXT Un morto e un ferito, “gravi turbolenze”… quello che sappiamo dell’incidente su un volo della Singapore Airlines