Bretagna: inaugurata una nuova riserva biologica nella Côtes-d’Armor per preservare la biodiversità

Bretagna: inaugurata una nuova riserva biologica nella Côtes-d’Armor per preservare la biodiversità
Descriptive text here
-

Una terra di leggende, e ora anche di biodiversità… Una quindicina di chilometri a ovest della città di Guingamp, più precisamente tra Belle-Isle-en-Terre, Louargat e Loc-Envel (Côtes-d’Armor) , la foresta nazionale di Coat an Hay beneficia di un nuovo status di protezione. Già classificata “Natura 2000”, è oggi una delle “Riserve Biologiche Gestite” (RBD).

Nello specifico delle foreste pubbliche, lo status di “riserva biologica” esiste dagli anni ’50. All’inizio di febbraio 2023, la rete nazionale contava quasi 250, coprendo più di 54.000 ettari nelle foreste continentali e più di 86.000 ettari nei dipartimenti d’Oltremare (Ufficio Nazionale Foreste).

Tra queste si distinguono le Riserve Biologiche Gestite (RBD), dove l’ONF applica una gestione specifica per la conservazione di specie rare e vulnerabili o di ambienti naturali, e le Riserve Biologiche Integrali (RBI), sottratte alla selvicoltura e che costituiscono preziose testimonianze del bosco in natura evoluzione (Ministero dell’Agricoltura). In entrambi i casi si tratta di a “protezione forte”.

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

In Coat an Hay, preserva la torbiera

A Coat an Hay l’obiettivo è preservare la torbiera, ovvero una zona umida colonizzata dalla vegetazione in un ambiente saturo d’acqua – un ecosistema caratterizzato, come indica il nome, dalla presenza di torba, materiale vegetale fossile povero di ossigeno al suo interno. che rallenta la decomposizione della sostanza organica (Museo Nazionale di Storia Naturale).

Attraverso queste condizioni specifiche, le torbiere ospitano specie che esistono solo in questo habitat (MNHN). Il sito “Rivière Léguer – Foreste di Beffou, Coat an Noz e Coat an Hay”, ospita fragili libellule e damigelle (Leste des bois, Æschne pacifico, Clubtail comune, Clubtail artigliato, Sympetrum nero) così come anfibi ad alta quota patrimonio di valore” come il tritone alpino e il tritone marmorizzato, tra gli altri (Natura 2000).

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

Tuttavia, la torbiera Coat an Hay, uno degli ultimi gruppi della valle del Léguer, negli ultimi anni è in fase di chiusura e prosciugamento a causa della progressiva colonizzazione da parte di piante legnose o costituite da piante legnose (progetto FEADER 2018) -2020-NFB). L’obiettivo era rallentare questa dinamica forestale tagliando gli alberi giovani (betulle, salici e olivello spinoso).

Sotto tutela forte il 10% del territorio nazionale

“La creazione della riserva Coat an Hay è pienamente in linea con l’azione del governo, che sta perseguendo una politica ambientale il più vicino possibile alla realtà dei territori. Agiremo instancabilmente per preservare le foreste e la biodiversità che ospitano ovunque nel territorio. il nostro Paese”ha dichiarato il Segretario di Stato per il Mare e la Biodiversità Hervé Berville, venuto ad inaugurare la riserva (comunicato stampa).

Il resto sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo…
come questo annuncio!

La Strategia nazionale per le aree protette prevede l’obiettivo di classificare il 10% del territorio nazionale sotto forte protezione (Ufficio francese per la biodiversità). La nuova riserva rientra anche nell’attuazione della Strategia nazionale per la biodiversità – di cui GEO aveva effettuato una decrittazione.

-

PREV Il Concordato dovrebbe essere abrogato in Alsazia-Mosella?
NEXT Welcome 91, il luogo d’incontro della CCI Essonne per le giovani imprese