Cercano di ripensare il turismo in Ariège per “promuovere un turismo ragionato e responsabile”

Cercano di ripensare il turismo in Ariège per “promuovere un turismo ragionato e responsabile”
Cercano di ripensare il turismo in Ariège per “promuovere un turismo ragionato e responsabile”
-

l’essenziale
La giornata del 24 aprile 2024 ha segnato una svolta significativa per i professionisti del turismo dei Pirenei Catari, riuniti su iniziativa dell’ADT.

Questo evento si è svolto presso il circuito di kart “Le Kartare” di Aigues-Vives, sottolineando l’importanza delle interazioni dirette tra gli operatori del settore. La giornata è iniziata alle 8:45 con il benvenuto attorno al caffè, seguito dallo scambio di volantini. Il dibattito mattutino ha dato luogo a due interventi che hanno affascinato il pubblico.

È seguito un pasto conviviale, arricchito da un’introduzione al kart offerta dall’ufficio del turismo, prima di riprendere il programma con la visita ai siti emblematici della regione, tra cui la Bastide de Mirepoix e la Fattoria dei Bisonti.

Marina Salbi, direttrice dell’Agenzia per lo sviluppo turistico dell’Ariège-Pirenei, ci spiega: “L’ADT è un’agenzia di attrazione la cui missione principale è attrarre visitatori e lavorare sulla reputazione del territorio. Offriamo tre servizi chiave: il servizio di Sviluppo, il servizio di Marketing ed infine il servizio di Marketing. Ci impegniamo anche per l’etichetta Outdoor Sport. »

Perchè organizzare un evento come questo?

“Abbiamo trasformato il nostro tradizionale scambio di volantini in un vero e proprio incontro professionale basato sullo scambio e sulla collaborazione tra fornitori di servizi. Questi giorni si sono evoluti molto e quest’anno abbiamo registrato 137 partecipanti. »

Come si distingue ADT nel turismo locale?

“Lavoriamo a livello dipartimentale con gli uffici turistici e altri partner in una politica di sviluppo turistico integrato. La nostra collaborazione non si limita al nostro dipartimento ma si estende alle regioni transfrontaliere come Andorra e Catalogna, promuovendo così scambi arricchenti e diversificati. Gli espositori provengono, ad esempio, dall’Aude o dall’Alta Garonna. Qui potete trovare, ad esempio, l’Ufficio Turistico Intercomunale di Volvestre. »

Quali sviluppi ci saranno per il turismo nei prossimi anni?

“Stiamo lavorando per rafforzare l’attrattiva dell’Ariège differenziando la nostra destinazione. L’Ariège offre un patrimonio unico e attività all’aria aperta eccezionali come il ciclismo e l’arrampicata. Il nostro obiettivo è promuovere un turismo ragionato e responsabile che preservi il nostro territorio durante tutto l’anno, evitando così picchi stagionali. Vogliamo integrare pienamente i residenti nel nostro approccio, rafforzando il loro senso di appartenenza e il loro orgoglio per la regione. »

#French

-

PREV L’icona Deneuve, Miss Francia principessa e la fiamma olimpica… Cosa non perdere a Cannes
NEXT SENEGAL-AGRICOLTURA / Kaffrine: gli agricoltori puliscono i cespugli in attesa della pioggia – Agenzia di stampa senegalese