Furti seriali nell’Aude, nell’Alta Garonna e nel Tarn: la repressione riuscita della polizia di Carcassonne

Furti seriali nell’Aude, nell’Alta Garonna e nel Tarn: la repressione riuscita della polizia di Carcassonne
Furti seriali nell’Aude, nell’Alta Garonna e nel Tarn: la repressione riuscita della polizia di Carcassonne
-

l’essenziale
Venerdì 3 maggio sono stati arrestati quattro ladri ed è stata aperta un’indagine giudiziaria. Tre degli indagati sono stati portati in tribunale per l’udienza di comparizione. Sono stati posti sotto controllo giudiziario.

È una cosa importante che gli agenti del commissariato di Carcassonne hanno appena portato a termine, arrestando quattro persone, un uomo e tre donne, nell’ambito di un’indagine su una serie di furti con scasso commessi nell’Aude, nell’Alta Garonna o nel Tarn .
A Carcassonne, è stato in seguito alla presentazione di numerose denunce da parte di privati ​​dopo effrazioni che la polizia si è interessata da vicino ad un’auto vista durante ciascuno dei furti. Appartiene a una coppia che vive a Carcassonne. A seguito del sistema di sorveglianza e pedinamento messo in atto da diversi giorni dagli agenti di polizia di Carcassonne, con un sistema di geolocalizzazione dei veicoli, verranno identificate anche due donne che vivono nella capitale dell’Aude, in un noleggio a breve termine.

Ritrovati gioielli rubati e denaro

Sono tutti di origine croata. Mercoledì 1 maggio è stato in questo contesto che la coppia e le altre due donne sono state arrestate dalla polizia. Durante la perquisizione dell’auto della coppia da parte delle forze dell’ordine sono stati rinvenuti numerosi gioielli, oltre a quasi 2.500 euro in contanti. La perquisizione dell’abitazione della coppia ha portato al ritrovamento anche di documenti attestanti la vendita di gioielli rubati. Parliamo di un’operazione cumulativa di oltre 20.000 euro.

Leggi anche:
CASO. La piaga degli “home-jacking”, questi furti violenti che non colpiscono solo le celebrità

Nel corso di questa perquisizione tre persone verranno comunque fermate, prima di essere rapidamente prosciolte. Uno di loro era ancora oggetto di una scheda di perquisizione per l’esecuzione di una pena detentiva fino a tre mesi. Portati in questura, i quattro principali sospettati sono stati quindi posti in custodia di polizia.
C’è la coppia di Carcassonnais, con una donna di 40 anni e un uomo di 37 anni. Ma anche due donne residenti in Italia – si preparavano a ritornarvi – rispettivamente di 16 e 23 anni. Se il minore è stato citato in giudizio per comparire davanti al tribunale dei minori, i tre adulti sono stati deferiti al tribunale di Carcassonne venerdì 3 maggio.

Otto furti con scasso attribuiti a indagati

Dopo l’apertura di un’indagine giudiziaria da parte della Procura per atti di “furto aggravato da diverse circostanze”, l’uomo e le due donne sono stati presentati al gip che li ha rinviati a giudizio. Secondo le informazioni in nostro possesso sarebbero stati loro attribuiti otto furti con scasso. Tutti e tre sono stati posti sotto controllo giudiziario per tutta la durata delle indagini, che ora proseguono sotto l’autorità del gip.

#French

-

PREV quali sono le 43 spiagge contrassegnate dalla Bandiera Blu?
NEXT Senegal: consiglio dei ministri del 22 maggio 2024 (comunicato stampa)