Rifiuto di obbedienza in Val-de-Marne: sparatoria sul ponte di Choisy e lancio di granate a Valenton

Rifiuto di obbedienza in Val-de-Marne: sparatoria sul ponte di Choisy e lancio di granate a Valenton
Rifiuto di obbedienza in Val-de-Marne: sparatoria sul ponte di Choisy e lancio di granate a Valenton
-

Un agente di polizia che apre il fuoco contro un veicolo sul ponte Choisy-le-Roi. La scena è stata vissuta in diretta questa domenica da numerosi passanti e residenti di questo vivace quartiere, situato a due passi dalla stazione della RER.

Era la fine di un inseguimento iniziato poco prima tra la polizia e un’auto. I fatti sono iniziati intorno alle 13.15 a Villejuif, dove il conducente di una Renault Clio si è rifiutato di sottoporsi ai controlli di polizia. L’inseguimento è durato diversi chilometri, attraversando Villejuif e Alfortville. Il fuggitivo è stato rallentato dal traffico poi ha forato le due gomme anteriori grazie allo “stop stick” lanciato dalla polizia.

Giunto a Choisy, all’inizio del ponte che attraversa la Senna in direzione di Créteil, si è trovato bloccato dalla polizia, arrivata in gran numero. “Si è poi precipitato verso un agente di polizia che era sceso dal suo veicolo”, indica la procura di Créteil. Uno dei suoi colleghi ha sparato una volta con la sua arma d’ordinanza, senza provocare feriti. » Il proiettile ha colpito l’alettone posteriore destro della Renault Clio. Poi l’autista è scappato, prima di essere catturato dagli agenti. Arrestato anche il passeggero. Entrambi sono stati presi in custodia. Delle indagini è stata incaricata la polizia giudiziaria della Val-de-Marne.

Il giorno prima, a Valenton, un altro controllo di polizia si era concluso con il rifiuto di ottemperare. Gli eventi hanno avuto inizio intorno alle 15 in rue Paul-Cézanne, una piccola strada che costeggia un quartiere popolare del centro città. La polizia vuole controllare una Renault Clio ma l’autista fugge. Finisce per fermare la macchina nel viale vicino, rue du Colonel-Fabien, e scappa correndo, poi pedalando utilizzando una bicicletta fornita da un amico.

La polizia è riuscita ad arrestare l’amico, non riuscendo a raggiungere il fuggitivo. Ovviamente l’intervento non è piaciuto alla gente del quartiere. Una decina di persone hanno iniziato a mostrarsi veementi e minacciose nei confronti degli agenti. Quest’ultimo ha dovuto lanciare due granate da accerchiamento per abbandonare la scena senza incidenti, arrestando nel frattempo uno degli aggressori.

La stazione di polizia di Villeneuve-Saint-Georges è responsabile delle indagini per cercare di ritrovare il conducente dell’auto fuggito. Nel frattempo il suo veicolo è stato sequestrato.

-

PREV FeFan 2024: Villeurbanne a suon di fanfare
NEXT Pau in bicicletta apre il Boulevard des Pyrénées ai bambini