Destinazione Normandia: la Manica, dove lo sbarco scrisse pagine di storia

-

Il 6 giugno lo sbarco alleato compirà 80 anni. Un evento straordinario che potremo rivivere camminando sulla sabbia delle spiagge dove arrivarono 133.000 soldati. Scoprite anche i musei, i bocages dove si svolse la battaglia degli Haies, le città e i villaggi segnati per sempre da questo episodio storico, terribile eco dell’attualità.

Sulla Utah Beach che si estende da Sainte-Marie-du-Mont a Quinéville, il vento ci costringe ad ascoltare con attenzione per cogliere perfettamente le parole di Florent Plana, la nostra guida. Quando gli americani vi sbarcarono il 6 giugno 1944 furono “accolti” dal fuoco dei soldati tedeschi appoggiati dai cannoni delle batterie in quota. Quanti tedeschi ci sono? » chiede Florent. La risposta sorprende: Settanta cinque. Ma a Omaha Beach (nel Calvados), erano un migliaio. » Il che spiega le minori perdite umane su questa spiaggia della Manica dove gli americani hanno messo piede alle 6,30 del mattino.» Sì, Utah Beach è stata “più facile”. Ma non è stata una passeggiata! » dice Fiorentino.

FOTO FLORENT MOREAU.

La Manica è un museo a cielo aperto. Perdersi nella campagna significa scoprire i bocages, dove si svolse la Battaglia degli Haies, quando passo dopo passo gli alleati avanzavano. Passeggiare per i borghi significa imbattersi nei segni ancora visibili dei numerosi bombardamenti e battaglie che aprirono la strada ai liberatori. Saint-Lô, soprannominato la capitale delle rovine » dello scrittore e combattente irlandese Samuel Beckett, fu distrutto al 91% e poi ricostruito con molto cemento che gli diede il suo aspetto grigio.

Il porto di Cherbourg è l’obiettivo strategico degli alleati. Quando lo sequestrarono, gli americani lo scoprirono sabotato. Il Museo della Liberazione (che ha come tema la vita quotidiana dei civili), situato in cima al monte Roule, offre una vista mozzafiato del luogo, con il mare come orizzonte.

Vivi i minuti prima del salto

Anche l’atterraggio è avvenuto in aria. Il 5 giugno 1944 circa 13.000 paracadutisti americani salirono a bordo di più di 1.000 aerei. I primi a toccare il suolo francese sono i Esploratori (gli scout) la cui missione è posizionare i fari nelle zone di rilascio, nel mezzo del territorio nemico. Il museo D-Day Experience, a Carentan-les-Marais, ti permette di salire a bordo di un simulatore di volo e vivere i minuti che precedono il lancio.

All’Airborne Museum, a Sainte-Mère-Église, puoi vedere uno degli alianti utilizzati durante il D-Day: un WACO CG4A con una lunghezza di 14,80 metri e un’apertura alare di 25,50 metri. A due passi dal museo, la piazza del paese è dominata dal campanile della chiesa su cui resta sospeso per l’eternità un paracadutista. Si tratta di un manichino che rappresenta John Steele, questo soldato americano (morto nel 1969, ma immortalato nel film Il giorno più lungo) che ha affermato di essere rimasto appeso all’edificio. È uno dei simboli di questo evento che ha cambiato la storia.

PHOTOFMOREAU2 paracadutista

Ci piaceva Dal principiante all’iniziato, tutti possono comprendere lo sbarco. I musei sono numerosi, vari e pensati per tutte le generazioni, comprese quelle più giovani.

Ci è piaciuto di meno L’onorare questi soldati che attraversarono il mare per liberarci dà una visione idealizzata dell’evento.

IMG_1968 (1) statue


Continua a leggere su questo argomento:

Turismo Tempo libero Storia Patrimonio Cherbourg-Octeville (Manche)


Barcellona sulle orme degli architetti Domènech y Montaner e Jean Nouvel...Barcellona sulle orme degli architetti Domènech y Montaner e Jean Nouvel...
Barcellona sulle orme degli architetti Domènech y Montaner e Jean Nouvel...

Destinazione Barcellona: Sant Pau, Torre Glories, lavori capitali

20240321_07264620240321_072646
20240321_072646

Destinazione Estremo Nord: a caccia dell’aurora boreale in Norvegia

IMG_8765IMG_8765
IMG_8765

Destinazione il deserto saudita: AlUla, un arabo errante


Vedi più articoli

-

PREV Nuovi catalizzatori trasformano il metano, gas serra, in preziose sostanze chimiche
NEXT Lancio del Festival dell’Opera del Quebec | L’arte lirica si stabilisce in Quebec