16 candidati selezionati, vota la tua miss preferita!

16 candidati selezionati, vota la tua miss preferita!
16 candidati selezionati, vota la tua miss preferita!
-

Il 25 maggio, al Saint Paul Park, 16 candidate proveranno a succedere ad Aaliyah Mantel, Miss Oise 2023.

Le elezioni delle Miss sono popolari! Quest’anno il comitato Miss Oise ha ricevuto 85 domande di candidatura, 37 delle quali sono state infine respinte. “È un record dal 2010”precisa il comitato Miss Oise.

Alla fine, dopo un casting svoltosi il 7 aprile presso il municipio di Beauvais (leggi sotto), la commissione ha finalmente selezionato 16 candidate tra cui Léane Mesnard, seconda classificata a Miss Oise 2023 e Cindy Kaufmann, ex prima classificata a Miss Beauvaisis nel 2018, competizione che oggi non esiste più.

Sembra emergere una tendenza poiché la maggior parte delle giovani donne proviene da comunità di piccole o medie dimensioni, piuttosto rurali, dell’Oise. Nel nostro settore abbiamo quattro giovani selezionati ma nessun Beauvaisienne. Oltre a Léane Mesnard di Hodencq en Bray, possiamo contare su Mauren De Jesus di La Chapelle Saint-Pierre, Cindy Kaufmann di Sainte-Geneviève o Lyna Spano di Tillé.

Procedura di fusione

  • – Passando sotto la tabella dell’altezza, le regole dell’Organizzazione Miss France impongono un’altezza minima di 1m70 senza tacchi

– Il colloquio individuale davanti alla giuria. La giuria che ha parlato con i candidati delle loro passioni, delle loro aspettative e delle loro motivazioni per un concorso come questo,

– Il questionario di 20 domande relative all’attualità, alla cultura generale, al dipartimento e al mondo delle miss.

  • Il casting di preselezione era composto da Isabelle Tassin, presidente dell’organizzazione Miss Oise, Fred e Gwen, partner e creatori dell’abito regionale per Miss France du Chat Défile, Aaliyah Mantel Miss Oise 2023, Marie e Julie Tassin e Franck Duchaussoy della Miss Organizzazione dell’Oise.


#French

-

PREV Lo spazio dipartimentale d’arte contemporanea del Gers svela i contorni della sua nuova mostra
NEXT Celebrazione dell’Africa Day a Washington: l’ambasciata marocchina si unisce per una riflessione sull’educazione come questione di unità e inclusione