Hérault. Inquinamento: ancora troppi rifiuti sulle strade!

Hérault. Inquinamento: ancora troppi rifiuti sulle strade!
Hérault. Inquinamento: ancora troppi rifiuti sulle strade!
-

Di Gil Martin
pubblicato su

4 maggio 24 alle 17:32

Vedi le mie notizie
Segui Metropolitana

Contro cui combatterela piaga dello spreco che si accumulano ai lati delle strade, i Dipartimento dell’Hérault organizza ogni anno, oltre al lavoro quotidiano dei propri agenti addetti alla pulizia delle piste, a operazione di punzonatura raccolta dei rifiuti su larga scala, denominata funzionamento delle strade pulite. I risultati di questa 7a edizione, secondo la community, sono “ ancora una volta disastroso “.

4,5 autobus pieni di rifiuti

Per il Dipartimento i numeri parlano chiaro, illustrando la situazioneportata del fenomeno. Sui 300 km di strade dipartimentali interessate, sui 46 km di greenways e sui 17 ettari di aree di car pooling e parcheggi oggetto dell’operazione, gli agenti comunitari hanno raccolto 256 m3 di rifiuti. Se questa cifra non ti dice niente, sappi che questo massa di rifiuti rappresenta “850 vasche da bagno complete o 4,5 autobus pieni “, si rammaricano gli organizzatori, citando “una cifra equivalente alle edizioni precedenti.

“Abbandonati nella natura, questi rifiuti inquinano i nostri fiumi, le nostre lagune, le nostre spiagge e il nostro mare”

Dipartimento dell’Hérault

Per questa eclatante operazione i rifiuti sono stati rintracciati in più di 20 comunida Lodève a Saint-Pons-de-Thomières, passando per Mèze e Lunel: “Tutta la regione dell’Hérault era quadriglia », conferma il Dipartimento. Visti i risultati, ci si potrebbe chiedere se gli abitanti dell’Hérault e i tanti visitatori che attraversano il territorio non siano maiali? Delle sigarette Agli bottiglie lattine di plastica e altro, tutto sembra passare allegramente attraverso i finestrini dell’auto.


La “lista nera” dei rifiuti

“Questa sorprendente operazione permette ogni anno di comprendere meglio quantità e qualità rifiuti abbandonati ai bordi dei binari”, spiega il Dipartimento che redige un lista nera dei rifiuti più comuni: “plastica, vetro, mozziconi e pacchetti di sigarette, bottiglie e lattine, e perfino materassi o frigoriferi: abbandonato in naturaquesti rifiuti inquinano i nostri fiumi, le nostre lagune, le nostre spiagge e il nostro mare”.

Inquinamento da plastica: rispedire al mittente

L’impatto di questo inquinamento sull’ambiente e sulla salute umana è terrificante. Lisa Petit, responsabile della missione sulla biodiversità terrestre presso CPIE Bassin de Thau, associazione ambientalista sostenuta dal Dipartimento, ricorda: “L’uomo ingerisce 5 grammi di plastica alla settimana senza saperlo… Infatti, i rifiuti di plastica lungo i bordi delle strade, portati via dall’acqua piovana, raggiungere la rete fognaria e poi il mare. Degradata in microparticelle, questa plastica verrà ingerita da pesci piccoli e grandi che finiranno nel nostro piatto.

.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Arrivo ad Abidjan del presidente senegalese Bassirou Diomaye Faye | APAnews
NEXT Nel Morbihan, 500 ciclomotori si raduneranno per la Maldone des tocards