La Wildlife Foundation continua il suo lavoro per te

La Wildlife Foundation continua il suo lavoro per te
La Wildlife Foundation continua il suo lavoro per te
-

Dal 1984, la Wildlife Foundation fornisce assistenza finanziaria e tecnica alle organizzazioni affinché possano realizzare progetti per proteggere, sviluppare e migliorare la fauna selvatica e il loro habitat. Alla fine, cacciatori e pescatori sono i fortunati vincitori.

• Leggi anche: Nel Pays de Réal Massé, i pescatori trovano sempre la qualità

• Leggi anche: Outfitters del Quebec: luoghi perfetti per vivere la pesca in tutte le sue forme

• Leggi anche: Idee pratiche

Ogni anno, centinaia di progetti vengono sostenuti in tutto il Quebec. Mirano, tra le altre cose, allo sviluppo e al ripristino di habitat acquatici, zone umide e boschi, allo sviluppo e al ripristino di siti per promuovere la connettività degli habitat naturali o anche all’attuazione di sviluppi forestali che tengano conto delle esigenze della fauna selvatica. Questi sono solo alcuni esempi.

L’habitat dei pesci è stato al centro delle azioni della Fondazione sin dalla sua nascita. Il primo programma di aiuti finanziari messo in atto è ancora in vigore. Questo è il programma Aquatic Habitat Quality Improvement (AQHA). Sostiene la realizzazione di progetti che mirano a conservare, migliorare o ripristinare l’habitat dei pesci di interesse per la pesca sportiva con l’obiettivo di aumentarne la produttività. Dal 1987, il programma ha sostenuto 1.346 progetti, ovvero il 22% dei progetti sostenuti dalla Fondazione, per un investimento di 16.082.496 dollari.

Nel corso degli anni si sono aggiunti numerosi progetti a sostegno degli interventi a favore dell’ambiente acquatico. Pensiamo ad esempio al Programma per la conservazione del Lago di Saint-Pierre o al Programma Hydro-Québec per lo sviluppo degli ambienti naturali.

ESEMPI DI PROGETTI FINANZIATI

L’azione della Fondazione sull’habitat ittico è vasta e copre diverse specie.

Nel caso della trota maculata, possiamo prendere come esempio il fiume Prévost-Gilbert, che è stato sottoposto a un importante scavo una ventina di anni fa, per evitare gli straripamenti. Ciò ne modificò notevolmente la configurazione, che oggi è caratterizzata da un andamento più uniforme e molto meno profondo. Il fiume offre meno rifugi, zone di riproduzione e pozze per la trota maculata, influenzando così la riproduzione della specie e rendendola più vulnerabile alla predazione.

Il progetto del Comitato di bacino del fiume Chaudière mira a diversificare la configurazione del fiume, al fine di promuovere lo sviluppo e la libera circolazione della popolazione di trote maculate.

Possiamo citare anche il progetto della trota di lago nel lago Témiscouata. Nel corso di un inventario effettuato nel 2013 si è constatato che il reclutamento naturale della popolazione di trote lacustri era basso. L’Associazione Caccia e Pesca Témiscouata e i suoi partner hanno sviluppato una zona di deposizione delle uova vicino ad una zona di deposizione delle uova naturale esistente. Lo scopo era quello di aiutare la riproduzione della specie.

Esistono numerosi altri esempi, come il progetto dell’Associazione per la protezione del fiume Saint-Jean per la conservazione del salmone o il progetto di acquisizione dell’Île aux Noyers situata a Saint-Ignace-de-Loyola, che manterrà una prateria umida per i pesci specie di interesse nel Lago Saint-Pierre.

Tutti questi interventi sono realizzati con l’obiettivo di garantire il successo durante le escursioni di pesca sportiva.

GIOVANI

Il programma di assistenza più noto della Fondazione, Pêche en herbe, permette ai giovani dai 6 ai 17 anni provenienti dai quattro angoli del Quebec di vivere una giornata di introduzione alla pesca sportiva in estate e in inverno. È attorno ad uno specchio d’acqua che scopriranno le basi della pesca, dalla biologia dei pesci alle responsabilità di un buon pescatore. Al termine dell’attività, tutti i giovani iniziati riceveranno il certificato di pesca in erba, che servirà come licenza di pesca valida fino al compimento dei 18 anni.

La possibilità di poter condividere grandi momenti di piacere della pesca con il proprio bambino rappresenta per un papà una grande gioia.

Foto fornita da Tourisme Mauricie Scarpino Foto

Realizzato in collaborazione con Canadian Tire e il Ministero dell’Ambiente, della Lotta al Cambiamento Climatico, della Fauna Selvatica e dei Parchi, il programma ha coinvolto più di 360.000 giovani dal 1997.

Dalla sua creazione, la Fondazione ha fornito più di 122 milioni di dollari in sostegno finanziario per quasi 9.000 progetti, inclusi 6.112 progetti di conservazione e sviluppo degli habitat naturali.

-

PREV Trattative con la polizia: Quebec City richiede un mediatore
NEXT Esaurimento, svalutazione, assimilazione… Gli asili nido francofoni dell’Ontario temono il peggio