Lotto: semaforo verde per il gruppo di produttori “La Quercynoise”.

Lotto: semaforo verde per il gruppo di produttori “La Quercynoise”.
Lotto: semaforo verde per il gruppo di produttori “La Quercynoise”.
-

Di Editoriale Cahors
pubblicato su

4 maggio 24 alle 12:00

Vedi le mie notizie
Segui il lotto di notizie

Nel corso dell’assemblea generale de “La quercynoise”, riunitasi a Gramat, nel Lot, il gruppo di produttori ha sottolineato la propria resilienza di fronte alle diverse sfide crisi sanitarie e conferma a buona posizione commerciale.

Il gruppo di produttori di palmipedi “La Quercynoise” presieduto da MB Costes, appartenente al Gruppo Cooperativo Capel (Cooperativa di produzione agricola e allevamento) ha tenuto la sua assemblea generale giovedì 25 aprile 2024 presso il municipio di Gramat.

Il signor B. Costes era circondato dal signor JL Fouraignan, direttore generale di La Quercynoise e vicedirettore di Capel, il signor.Me MB Dereumaux, vicepresidente di La Quercynoise, MM. JL Dolique, G. Lemoine, rispettivamente direttore della produzione live e direttore commerciale di La Quercynoise. Erano presenti anche MJC Virenque, presidente della nuova cooperativa Natera e MPO Prévot, attualmente direttore generale di Capel e presto direttore generale di Natera. M. C. Canal, presidente di Capel e presto vicepresidente di Natera, fu esonerato. Erano presenti più di 70-80 allevatori e alimentatori membri del gruppo.

Le diverse crisi sanitarie

La Quercynoise è stata in grado di affrontare 8 crisi sanitarie, modernizzare i propri impianti industriali e consolidare la propria posizione commerciale nel contesto 2024 di aumento della produzione e calo dei prezzi

Il signor JL Dolique ha dettagliato i risultati tecnici del 2023 dell’allevamento e dell’alimentazione forzata. Dopo la situazione sfavorevole dell’anno 2022 dovuta all’influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI), i risultati tecnici dell’anno 2023 convergono verso quelli dell’anno 2021 (1.935 Milioni di anatre nel 2023 per 2.273 M nel 2021). “Dobbiamo voltare pagina sull’influenza aviaria”, ha chiarito. Nel 2024 si raggiungerà un ciclo normale con la fornitura quasi esclusiva di anatroccoli maschi. Per quanto riguarda l’alimentazione forzata va notato un leggero calo dei costi alimentari. Il signor L. Mallard, veterinario di Anibio, ha ricordato le 3 fasi della vaccinazione da seguire, invitando i membri a continuare i loro sforzi per mantenere un alto livello di sorveglianza passiva o attiva delle anatre nelle rispettive unità.

Il signor G. Lemoine ha indicato che il fatturato 2023 di circa 85 milioni di euro è aumentato di 13,7 milioni di euro nel 2023 rispetto al 2022. Ricordiamo che La Quercynoise è presente su tutte le reti di distribuzione con i seguenti marchi: “Maistres Occitans”, “Clos Saint Sozy ”, “Maison Occitane” e “Domaine du Périé”.

La situazione attuale

Ha precisato “Il 2023 è stato un anno eccezionale con un aumento del 39% delle esportazioni”. Per il 2024, Lemoine prevede un riequilibrio dei mercati con un calo del prezzo del foie gras.

Video: attualmente su Actu

JL Fouraignan ha indicato che l’anno 2023 è una “buona annata”. Fouraignan ha ricordato che La Quercynoise ha dimostrato resilienza dal 2016 affrontando 8 crisi sanitarie. Per il 2024, una delle grandi sfide per La Quercynoise è l’investimento di oltre 21,5 milioni di euro nella modernizzazione degli impianti industriali. Per il 2024, Fouraignan ha precisato che l’aumento dell’offerta, in particolare di foie gras, petto d’anatra e prodotti aiguillette, ridurrà i prezzi. Questo calo dei prezzi sarà tuttavia parzialmente attenuato da diversi parametri: la ricostituzione delle scorte, il calo dei prezzi dei cereali e la riduzione del costo dell’energia.

Quale futuro?

In questo contesto, La Quercynoise dovrà rispondere meglio alle aspettative dei clienti e aumentare l’attrattiva della gamma (presentazione, durata di conservazione, misure a favore della salute dei consumatori). Il signor Fouraignan conclude: “Le nostre prestazioni industriali miglioreranno e conto su tutti voi, alimentatori e allevatori, per mantenere un alto livello di prestazioni dei produttori”.

MMe Dereumaux ha presentato la relazione morale del gruppo La nostra paura è l’influenza aviaria, la nostra speranza è la vaccinazione. Una sorveglianza passiva ben condotta e una vaccinazione attiva sono i nostri compiti quotidiani. Abbiamo ottenuto buoni risultati con l’utilizzo della farina che ha ridotto notevolmente il nervosismo delle nostre anatre.”

Per il signor Costes, nei settori della produzione, della trasformazione tramite strumenti industriali modernizzati e della vendita da parte del reparto vendite, “La Quercynoise” si sviluppa, investe e si prepara per il suo futuro. Introduce l’intervento del Sig. Virenque ricordando che La Quercynoise rientra a pieno titolo nel progetto Natera.


La Quercynoise ne è un esempio

Il signor Virenque ha fornito spiegazioni precise sulla nascita, nel marzo 2024, dell’entità Natera risultante dalla fusione della cooperativa Unicor dell’Aveyron e La Capel. Lui continuò “Natera è la fusione di due cooperative che si conoscono, che sono complementari e che sono stabilite in territori vicini (Nota della redazione: Lot, Cantal, Aveyron, Corrèze, parte del Tarn e Tarn et Garonne, Lozère). Conosco La Quercynoise, il suo modello è un esempio da seguire per tutte le altre entità che si fonderanno all’interno di Natera.”

Natera in poche cifre: ci saranno 10.000 agricoltori soci, 1.600 dipendenti, 750 milioni di euro di fatturato, 19 milioni di euro di Surplus Operativo Lordo (o EBITDA), 275.000 tonnellate di mangime zootecnico, 420.000 ovini e 110.000 bovini raccolti, 2 milioni palmipedi e 70 garden center e self-service agricoli (Gamm Vert e Point Vert per esempio).

Il signor Virenque ha chiarito che “Unicor e Capel sono due cooperative robuste che si basano su modelli agricoli simili e che condividono gli stessi assi strategici”. Rivolgendosi ai membri del gruppo, ha concluso: “Natera ha fiducia e grande stima in tutti i membri delle entità che si sono fuse. Ho fiducia in te e contribuirai al nostro successo comune”.

Roland PUECH

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Castelsarrasin. Karate: Hassan Diaïté campione di Francia
NEXT Sauzé-Vaussais. Fuga in Dordogna con il comitato del festival