Yvelines. Fuma uno spinello, la polizia scopre nel suo cellulare 642 immagini pedopornografiche

Yvelines. Fuma uno spinello, la polizia scopre nel suo cellulare 642 immagini pedopornografiche
Yvelines. Fuma uno spinello, la polizia scopre nel suo cellulare 642 immagini pedopornografiche
-

Di Francois Desserre
pubblicato su

3, 24 maggio alle 20:46

Vedi le mie notizie
Segui 78actu

Il presidente della corte di Versailles aveva messo in guardia. “Chiedo a tutti i minorenni di lasciare l’aula. E anche per le anime sensibili. » Il tono del processo contro Arnaud* sarà fissato questo venerdì 3 maggio 2024. L’uomo di 40 anni, dalla personalità complessa, dovrà essere processato per l’acquisizione e il possesso di 642 immagini pedopornografiche. Foto e video a cui, secondo lui, bisognava abituarsi vendicarsi della moglie del suo ex e, possibilmente, mandandolo in prigione.

Era in libertà vigilata

È stato un po’ per caso che la gendarmeria degli Yvelines abbia messo le mani su Arnaud, a Beynes, lo scorso febbraio. L’uomo viene visto con una canna in mano. È controllato.

Prima sorpresa: Arnaud, originario di Bagneux (Hauts-de-Seine), è oggetto di due avvisi di ricerca. Non ha rispettato i suoi obblighi sulla libertà condizionale. Nel 2022, è stato rilasciato dopo aver scontato 6 anni su 8 di detenzione tentato omicidio sul suo vicino, in Val-d’Oise.

La seconda sorpresa arriva per i vigili. L’uomo accetta di sbloccare il suo telefono. La polizia vuole vedere cosa contiene, il suo ex lamenta di essere stato molestato. Delle messaggi salaci, ne troveranno a decine. Si imbatteranno anche in una serie di immagini che ritraggono bambini da soli o con adulti.

Per l’occasione, il presidente del tribunale descriverà alcune scene che coinvolgono talvolta ragazze che non hanno ancora messo piede nell’adolescenza. Le parole sono taglienti, soffocanti.

In area Arnaud non batte ciglio. Trattiene le lacrime. ” Ma perché ? », chiede il giudice. “Volevo compromettere il partner del mio ex. Mi è stato detto che ne aveva aggrediti due cuginetti. Volevo che aprisse gli occhi. E lascialo condannare. »

” Signore. Qualcuno normale va alla polizia, alla gendarmeria. Una persona normale non rende giustizia. Come avevi intenzione di farlo? »

Video: attualmente su Actu

È andato a imparare i codici pedofili su Instagram

Arnaud sviluppa la sua strategia.

“Ho comprato un telefono con le impostazioni di fabbrica. Volevo mettere lì i file e inviarglielo in modo anonimo. Avevo scelto video con bambini che assomigliavano ai due cugini. Piccole bionde tra i 10 e i 12 anni. Con gli spyware, sapevo quante volte li avrebbe visti. Volevo spingerlo al vizio. »

Per ottenere queste immagini, Arnaud spiega di aver iniziato a fare ricerche su Instagram, “per apprendere i codici. » Ha scoperto che un soprannome che termina in CP significava pornografia infantile. E che il simbolo di una pizza significava più o meno la stessa cosa. “E poi sono andato in un gruppo su Telegram dove ho comprato un file per 20 euro. Successivamente, mi sono detto che avrei intrappolato alcuni ragazzi. E vai a trovare la polizia con tutto questo. »

Il presidente è sorpreso da questa difesa che considera “fragile. La polizia non ha bisogno che tu lo faccia rintracciare i pedofili. Hanno persone specializzate. E posso dirti che purtroppo hanno già un database mostruoso! Non sei né un vigilante né un investigatore! » L’imputato ribatte: «Comunque ho fatto domanda. »

Il tono si alza quando il giudice lo informa che queste piccole vittime hanno stata effettivamente violentata per soddisfare le fantasie. “Ho volato sopra!” Non ho guardato. Ho provato a comprometterlo con la droga. Ma non sono bravo, proprio come non sono bravo con i computer. E non avevo altra idea. »

“Avevo un vicino che rapiva sua moglie”

Comprendere la personalità di Arnaud è un esercizio che diventa complicato quando si menziona il suo passato. Descrive dettagliatamente le ragioni della sua condanna per tentato omicidio. Sempre sullo stesso modello di vigilante.

“Ho avuto un vicino che ha rapito sua moglie e ha scosso suo figlio. Mi sono detto che dovevamo agire. Perché era un bambino che ha rischiato di andare in un campo e di tornare in Francia per essere accusato di essere un terrorista. Ho dato una piccola coltellata a suo padre… Non più di 3 o 4 centimetri. »

La corte si chiede. “Ma come vedi il futuro adesso? » Arnaud crolla. “Non chiedermelo. Non vedo niente. »

Di fronte ai 18 mesi chiesti dall’accusa, la difesa si indigna. Primo di competenza psichiatrica eseguito sotto custodia di polizia, “rapido e fatto con un’ascia. Diventa un vigilante anche se è ricercato dai tribunali. Si dice che è disposto a prendersi anni di prigione, se questo lo salva. Questo signore è convinto di certe cose. Non è affatto bravo. »

Nella loro decisione si sono pronunciati i giudici 18 mesi di reclusione. A questa pena si aggiungeranno 8 mesi, derivanti dall’inosservanza dei suoi obblighi condizionali. E una registrazione permanente nel fascicolo degli autori di reati sessuali.

* Il nome è stato cambiato.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Una compagnia artistica di marionette giganti si stabilisce a Bergerac
NEXT Annullare e ricostruire le dighe di Thouet nel Saumurois