Verso il coprifuoco per i minorenni a Limoges

Verso il coprifuoco per i minorenni a Limoges
Descriptive text here
-

Il sindaco di Limoges Emile Roger Lombertie pensa ad un coprifuoco come a Nizza o Béziers.

L’idea è stata lanciata durante una riunione della maggioranza comunale e sta diventando realtà. Perché Limoges non introdurrebbe il coprifuoco per i minorenni, come avviene a Béziers o Nizza?

Contattato, il comune di Limoges ha ammesso di aver cominciato a riflettere sulla questione pur affermando di non poter “parlare sui dettagli”.

“Nei tubi”

La polizia nazionale afferma di non aver sentito parlare di questo decreto durante una riunione. “È in cantiere, non sappiamo altro”, si limita a precisare la prefettura dell’Haute-Vienne.

Se gli eletti della maggioranza (alcuni dei quali non sarebbero necessariamente favorevoli a questo decreto) preferiscono non rispondere alle nostre domande, sappiamo che il decreto proibirebbe ai minori di 13 anni di uscire tra le 23 e le 6. , come nel caso di Béziers o Nizza. Il municipio aggiunge di essere in attesa di un “controllo di legalità sul testo”, il che implica che una bozza di decreto è già stata elaborata.

Un’ordinanza non deve prescrivere divieti generali e assoluti, ma specificare le date e i luoghi in cui si applicano.

Nel 2014, il sindaco di Béziers che aveva adottato tale misura venne respinto dal Consiglio di Stato. Il suo ordine era stato annullato per mancanza di dettagli riguardanti la sua applicazione. Il Consiglio di Stato ha ritenuto che tali misure “restrittive […] libera circolazione dei minori [devaient être] giustificato dall’esistenza di particolari rischi di disturbo dell’ordine pubblico […]adattato all’obiettivo preso in considerazione e proporzionato.

“Dal display”

Il decreto Limoges si applicherebbe solo d’estate. Il funzionario eletto dell’opposizione Thierry Miguel ha reagito duramente a tale iniziativa, accusando il sindaco di “inseguire le voci dell’estrema destra. »

Per l’avversario di sinistra questo è “schermo”. «Bisognerebbe già verificare se c’è un aumento della delinquenza giovanile notturna. Non è perché di tanto in tanto ci sono notizie che questo è il caso in generale. Questa disposizione genererà controlli di identità, ma non tutti sono delinquenti. Più che rinchiuderli, bisognerebbe lavorare sull’aspetto sociale di questi giovani che la sera restano senza casa, nei quartieri. »

A Nizza verrà ripristinato il coprifuoco per i minorenni su “tutta la città”, annuncia il sindaco Christian Estrosi

Franck Lagier ed Emilie Montalban

#French

-

PREV garage sovraffollati in seguito al richiamo delle Citroën C3 e DS3
NEXT Avranno inizio i lavori sul sito della fortezza di Châtel-sur-Moselle