“Sei fortunato ad avere una scuola come tutti i bambini del mondo sognano! »

-

Questa è la scuola del futuro! » Dalla mensa all’aula di motricità, Sabrina Agresti-Roubache ha visitato ogni angolo della nuova scuola Lavoisier. Venerdì 3 marzo, la Segreteria di Stato per la Cittadinanza e la Città ha elogiato la città della scienza e della natura, che da lunedì 29 aprile accoglie 191 alunni delle scuole materne ed elementari del quartiere di Villeneuve-les-Salines. “Il bambino dei quartieri poveri di Marsiglia” è rimasto affascinato tanto dalla modernità dell’edificio quanto dallo “spirito” che ha ispirato il progetto.

“Impariamo meglio quando siamo felici”, ha commentato Sabrina Agresti-Roubache, “quando le condizioni di lavoro della comunità educativa, e soprattutto dei bambini, sono buone. Sei fortunato ad avere una scuola come tutti i bambini del mondo sognano! »


Il Segretario di Stato, circondato dal deputato Olivier Falorni, dal sindaco Jean-François Fountaine e dal prefetto Brice Blondel.

Jean-Christophe Sounalet/SO

Messaggi

Basti dire che il Segretario di Stato non le ha risparmiato i ringraziamenti a coloro che hanno collaborato a questo progetto durato quasi due anni, “esemplare” sotto ogni punto di vista. Dall’architetto Anne Pezzoni (Archi5) al sindaco di La Rochelle Jean-François Fountaine, senza dimenticare il deputato Olivier Falorni – con cui parla in termini familiari. Il parlamentare ha colto l’occasione per ricordare l’aberrazione che fa sì che la scuola Barthélémy-Profit, sebbene situata a Villeneuve-les-Salines, e la scuola Descartes a Port-Neuf non dispongano dei mezzi della rete di educazione prioritaria (REP e REP+ ). “Ci vorrà del tempo per modellare la mappa REP+ sui quartieri prioritari, ma la logica è avviata”, ha assicurato.


La direttrice della scuola Léna Pauly (a sinistra) ha guidato il Segretario di Stato all’interno del nuovissimo edificio.

Jean-Christophe Sounalet/SO

Anche il direttore accademico della Charente-Maritime Mahdi Tamene ha approfittato della visita ministeriale per sensibilizzare sulle necessità di personale per coordinare le città educative. Pur di far passare i messaggi, Jean-François Fountaine ha chiesto al membro del governo di sostenere il finanziamento dei centri sociali.

Sabrina Agresti-Roubache è stata attenta a non fare promesse, ma almeno su una cosa ha dato la sua parola. “Farò della tua scuola un modello. Ti inviterò a Marsiglia per mostrarti come ci siamo ispirati a te. »

-

PREV Nella Haute-Vienne, i sostenitori della caccia ai tassi non si arrendono
NEXT rimuovere le compresse? Nessun problema, c’è ancora la televisione per guardare “You Tube”!