All’Università di Losanna, “strumenti per spassionare il dibattito” su Israele e Palestina

All’Università di Losanna, “strumenti per spassionare il dibattito” su Israele e Palestina
All’Università di Losanna, “strumenti per spassionare il dibattito” su Israele e Palestina
-

Anne-Sylvie Sprenger (Protestinfo)

Pubblicato il 3 maggio 2024 alle 15:30

“Fornire strumenti per spassionare il dibattito e superare il pensiero binario”. È con queste parole che il professor Jacques Ehrenfreund, preside della cattedra di Storia degli ebrei e dell’ebraismo, ha aperto il corso pubblico sulle origini del conflitto israelo-palestinese, organizzato dalla Facoltà di teologia e scienze religiose dell’Università di Losanna (Unil), questo giovedì 2 maggio.

Questo insegnamento, impartito in collaborazione con il professor Wissam Halawi, titolare della cattedra di Storia dell’Islam e dei mondi musulmani, non ha mancato di suscitare critiche all’interno del mondo studentesco. Nel mirino, la presunzione di un “orientamento a favore del punto di vista israeliano”, secondo l’associazione Palestinese, inaugurata il 24 aprile, o anche la legittimità degli organizzatori, mentre questo conflitto sarebbe puramente territoriale e politico. .

Interessato a questo articolo?

Per sfruttare al massimo i nostri contenuti, iscriviti! Fino al 31 maggio, approfitta di quasi il 15% di sconto sull’offerta annuale!

VERIFICA LE OFFERTE

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

#Swiss

-

PREV Paris FC – Stéphane Gilli sull’AJ Auxerre: “Dopo l’andata, è stata la squadra che mi ha impressionato di più”
NEXT FOTO – Nel Gard e nella Lozère, il cielo è stato illuminato questa notte dall’aurora boreale