Félix Auger-Aliassime discreto su Toni Nadal

-

Sembra essere finita la collaborazione tra Félix Auger-Aliassime e Toni Nadal. Interrogato su questo argomento da Radio-Canada a Madrid, il quebecchese, visibilmente a disagio, ha cercato le parole prima di parlare del fatto che la sua squadra non ha dato una spiegazione all’assenza dello spagnolo.

Già nel 2023 Auger-Aliassime ammetteva di aver avuto difficoltà a convincere l’allenatore a seguirlo in alcuni dei suoi tornei.

Avrebbe preferito una presenza più costante di Toni Nadal, che ha diviso il suo tempo tra il palco del Quebec e quello del suo celebre nipote Rafael.

Toni Nadal non è al suo fianco questa settimana a Madrid, dove il canadese si prepara a disputare una semifinale. E alla domanda sull’allenatore non ha voluto approfondire.

Cosa possiamo dire? Abbiamo fatto un annuncio quando abbiamo iniziato a lavorare insieme, ma alla fine abbiamo preferito non fare un annuncio, perché non chiudo mai la portaha risposto Auger-Aliassime, cercando visibilmente di scegliere con cura le parole.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Toni Nadal, in bianco, guarda Félix Auger-Aliassime in allenamento nel 2023.

Foto: Radio-Canada / Antoine Deshaies

È solo una mancata corrispondenza del calendario? Il disagio è palpabile, ma da parte del quebecchese nemmeno una parola sui motivi della separazione.

fan di annunciare sempre quello che faccio, spiega. Toni è una persona che mi piace molto.”,”text”:”Non mi piace molto… non sono un fan di annunciare sempre quello che faccio, specifica. Toni è una persona che mi piace davvero.”}}”>Non mi piace davvero… non mi piace fan per annunciare sempre quello che faccio, precisa. Toni è una persona che mi piace davvero.

Fred, mio ​​padre che era lì nelle ultime settimane e che sarà lì per il Roland-Garros, e basta, cosa”,”testo”:”Ho deciso che volevo partecipare al tour sulla terra battuta, senza che mi proiettassi oltre , con Fred, mio ​​padre che era lì nelle ultime settimane e che sarà lì per il Roland-Garros, e basta, cosa”}}”>Ho deciso che volevo andare al Clay Tour, senza pensarci oltre, con Fred, mio ​​padre che era lì nelle ultime settimane e che sarà lì per il Roland-Garros. E questo è tutto, cosaHa aggiunto.

Fredsi tratta del francese Frédéric Fontang, 53 anni, che è uno dei suoi allenatori a tempo pieno dal 2020.

Auger-Aliassime ha detto a malincuore che avremmo potuto rivedere lo spagnolo nel box della sua squadra.

In questo periodo Toni non c’è, ma non chiudo la porta a un suo rimpatrio in un torneo, perché no. Ma per ora va bene così com’è.Egli ha detto.

Mi ha scritto questa settimana. E penso che sia felice di vedere i miei progressi nel torneoha detto di chiudere l’argomento.

La presenza di Sam Aliassime

Per la sua campagna sulla terra battuta, Félix Auger-Aliassime può infatti contare sulla presenza di suo padre. Un argomento di cui parla molto più facilmente.

La presenza di mio padre è una grande motivazione, ho un enorme rispetto per luiha indicato.

Ovviamente non è un allenatore, non ha vinto nessun torneo del Grande Slam, ma imparerai a conoscerlo. Ha una grande sicurezza in se stesso e un’ottima presenza.ha chiarito.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Sam Aliassime

Foto: Radio-Canada / Amélie Caron

Mi dà molta fiducia, è una forza che possiamo usare nella mia squadraha assicurato il Quebec.

Si avvicinerà alla semifinale fresco e disponibile, avendo beneficiato del ritiro dell’italiano Jannick Sinner, 2° nell’ATP.

Sabato la Auger-Aliassime affronterà la vincente del match tra il russo Daniil Medvedev, n.4 del ranking mondiale, e il ceco Jiri Lehecka, 31esimo.

Non c’è bisogno di stressarsi, è un piacere essere in semifinale. Devi essere felice, devi essere leggero e cercare di prepararti bene, con la mente fredda, tranquilloha concluso.

Con la collaborazione di Carole Bouchard

-

PREV Castera-Verduzan. Basket: primo turno per l’ACR
NEXT A La Manche, questo coro femminile sale sul palco sette mesi dopo la sua creazione