FC Lorient. “Superamento, impegno, orgoglio e orgoglio”, Régis Le Bris rivela la sua ricetta

FC Lorient. “Superamento, impegno, orgoglio e orgoglio”, Régis Le Bris rivela la sua ricetta
FC Lorient. “Superamento, impegno, orgoglio e orgoglio”, Régis Le Bris rivela la sua ricetta
-

Questo giovedì 2 maggio, forse alla vigilia della partita decisiva del FC Lorient, in trasferta a Lens, Régis Le Bris, allenatore del Merlus, ha menzionato alcuni punti importanti che permetteranno al club di continuare a credere nelle sue possibilità di sopravvivenza .

L’attuale brutta serie

“Questa seconda parte della stagione è estremamente confusa. All’inizio, con l’arrivo delle reclute invernali e certe partenze, abbiamo avuto subito una fase di successo. Anche se le partite non erano sempre controllate a livello collettivo, c’era un po’ di freschezza, questa spinta e questo entusiasmo che hanno dato la svolta alle partite. Poi, con la stanchezza e gli insuccessi, la squadra ha perso un po’ di fiducia. Non siamo riusciti a trovarlo.

Tuttavia questa lunga serie non mi sembra necessariamente meritata. Ci sono partite in cui ovviamente abbiamo dominato e l’avversario meritava di vincere, come il Parigi e il Nizza. Probabilmente però Tolosa e Brest sono partite in cui abbiamo messo tanto e tuttavia le cose non sono cambiate. »

L’avversario

“Il Lens è una squadra che conosciamo bene, che abbiamo avuto modo di giocare nelle ultime stagioni e anche di vedere in televisione nelle partite di Coppa dei Campioni di quest’anno. E’ una squadra molto intensa, che rischia nel pressing e che può soffocarti in certe fasi con recuperi alti. Lens sfrutta soprattutto le fasce e propone tanti cross e presenza in area. Penso che abbiamo la possibilità di adattarci a queste caratteristiche perché è un sistema quasi equivalente al nostro. »

Gli ingredienti da mettere

“Quello che sarà importante sarà l’energia che metteremo e la volontà che avremo per spostare questa dinamica a nostro favore. Per quanto riguarda gli aspetti tattici il lavoro è fatto. Sono questi gli aspetti motivazionali che fanno la differenza in questi momenti di competizione: superare se stessi, impegno, fierezza e fierezza. »

Con i punti che abbiamo in questo momento siamo già in Ligue 2 quindi non abbiamo più niente da perdere. Devi lasciarti andare ancora un po’ per dire a te stesso che hai provato di tutto. Penso che se riusciamo a superare questo piccolo traguardo di lasciarsi andare ed essere spensierati, questo può essere l’elemento chiave per effettuare il cambiamento. »

Le sue ragioni di speranza

“Fiducia nel lavoro, nella costruzione di questa squadra, nella sua progressione e nella nostra capacità di mobilitare l’energia in eccesso che fa il cambio in questi momenti di competizione. Ci sono stati momenti durante questa stagione, soprattutto quest’inverno, in cui non ho visto l’intervistato e mi sono detto che sarebbe stato molto difficile cambiare la situazione. Però da gennaio ho visto in questo gruppo la voglia di fare bene. Si è soliti dire che il lavoro alla fine ripaga. »

Il contributo di Yannick Cahuzac

“Fa parte dello staff e dell’equazione. Recentemente ha parlato della sua esperienza da giocatore in queste situazioni di detenzione. Un’esperienza da capitano che ha vissuto questi periodi di tenuta in numerose occasioni. Yannick Cahuzac dimostra infine che gli aspetti tattici, che sono importanti, sostengono altri valori. Lo ha ricordato e credo che lo incarni. Questo messaggio è fondamentale. »

-

PREV Vandea: la costruzione di 35 alloggi sociali contestata da una coppia di residenti della zona
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News