150 bambini invitati al cuore della giustizia a Poitiers

-

Le domande abbondano. Le dita puntano al cielo alla velocità della luce. Un vero festival di vivacità che ha tradito l’interesse degli studenti di quattro classi CM1, CM2 di Poitiers e Buxerolles venuti per partecipare, questo giovedì 2 maggio, ad un’operazione eccezionale.

Una bellissima apertura sulla giustizia e sul suo funzionamento nel cuore del reattore giudiziario con veri giudici, veri avvocati e veri agenti di polizia che affrontano i bambini. E domande a bizzeffe con un’ingenuità a volte molto rilevante.

“Ogni anno, nel corso di un anno scolastico, il tribunale accoglie una sessantina di classi, si tratta di studenti delle scuole medie e superiori che partecipano all’udienza correzionale”, spiega Jossua Abderrahim-Goulon.

Alla corte, Jossua Abderrahim-Goulon dà il benvenuto alle classi che vengono a vedere il lavoro della giustizia.
© (Foto NR-CP, Emmanuel Coupaye)

Giurista che coordina il centro dipartimentale per l’accesso al diritto di Vienna, funge da interfaccia tra il tribunale e il mondo esterno per abbattere luoghi comuni e preconcetti sul funzionamento della giustizia.

“Abbiamo oggi due classi di studenti delle scuole medie di Neuville ma anche quattro classi per le quali abbiamo organizzato, per la prima volta, laboratori con relatori esterni”precisa l’organizzatore di questa giornata che resta eccezionale anche se potrebbe essere utilmente sviluppata (1).

“Il giudice dei minori è lì per proteggere ma anche per condannare”

Per due ore gli studenti si spostano da un’aula all’altra per quattro laboratori da venticinque minuti ciascuno per mantenere viva l’attenzione del pubblico.

“Allora, mi sapete dire a partire da quale età si può essere puniti davanti al giudice? “, si chiede il capo gendarme Anaïs Bonaventure al laboratorio “molestie a scuola”. Ci vanno tutte le età. “È di dieci anni. Se hai molestato un compagno, puoi già essere punito dai tribunali. »

Un dito si alza: “E perché non siamo puniti allo stesso modo se commettiamo un omicidio come se molestassimo qualcuno e lui si suicidasse! »

“È la legge che lo ha deciso così!” »

Un questionario aiuta ad alimentare la discussione sulle molestie informatiche.
© (Foto NR-CP, Emmanuel Coupaye)

La legge, viene a spiegarla il giudice dei minori, codice alla mano. E, per capirlo, Philippe Picard invita uno degli studenti a leggere l’articolo 375 del Codice civile. Colui che delimita la sua area di azione. Quando la salute, la sicurezza o la morale di un minore sono in pericolo.

“Il giudice dei minori è lì per proteggere i bambini. Ma anche condannarli se commettono delitti”, spiega, circondato da due avvocatesse dell’associazione Avoc’enfants, Sarah Dusch e Amandine Frangeul.

La stanza 5 è un grande successo. La marescialla Maryline Porche del Centro di protezione della famiglia parla della sua vita quotidiana di agente di polizia sconvolta da inevitabili emergenze. “E spesso si vedono corpi”chiedono più volte affascinati i bambini.

Come funzionano le manette? Dimostrazione!

Come funzionano le manette? Dimostrazione!
© (Foto NR-CP, Emmanuel Coupaye)

Sala 6, ci sediamo e ci interroghiamo sull’uguaglianza tra ragazzi e ragazze. Si parla tanto di calcio nei cortili delle scuole, dei ruoli assegnati a ciascuno e soprattutto di come uscire dagli stereotipi. Piccoli semi seminati in menti ignare, anche se quotidianamente, è un altro discorso.

“È stato fantastico! »

“È stato fantastico”, ripetono più e più volte i ragazzi uscendo dalle aule dei tribunali. Un insegnante conferma. “Ho anche imparato cose su come funziona, confida Marion Charpentier, insegnante a Buxerolles. Era importante vederlo, discutere direttamente con giudici, avvocati o agenti di polizia. Hanno capito meglio il ruolo di ogni persona. Pensavano che fosse stato il gendarme a metterlo in prigione…”

(1) Un nuovo accordo sarà firmato tra la Giustizia e l’Istruzione Nazionale sull’organizzazione di queste visite.

-

PREV 294 agenti di polizia e gendarmi aggiuntivi quest’estate nella Loira Atlantica per le Olimpiadi
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News