Elezioni europee: tre candidati del Centro-Valle della Loira nella lista pubblica PS-Place di Raphaël Glucksmann

-

La campagna è lanciata e sarà importante andare a votare il 9 giugno, insistono i candidati, “nei loro panni” rispetto ai temi difesi e convinti che la lista da loro rappresentata possa avere un ruolo nel Parlamento europeo .

Christophe Lavialle, primo segretario della federazione del PS del Loiret, François Bonneau, presidente del consiglio regionale (PS), e Michel Clerempuy (Place publique Loiret) hanno espresso il loro sostegno il 2 maggio a Orléans, durante una conferenza stampa ai tre candidati del Centro-Valle della Loira nella lista Il risveglio dell’Europa di Raphaël Glucksmann.

Sovranità

Christophe Lavialle ha sottolineato la necessità di un’Europa sovrana, sia dal punto di vista geopolitico che economico. Il primo federale ha sottolineato l’interesse a non dipendere dallo “scudo americano” oa non essere soggetto alle variazioni del costo dell’energia. L’Europa deve essere abbastanza forte da reggere il confronto con la Russia, ha affermato Michel Clerempuy, per Place publique.

Ascesa dell’estrema destra

François Bonneau, dal canto suo, ha sottolineato la sfida delle elezioni, in particolare di fronte all’ascesa dei gruppi di estrema destra. “Questa non è un’elezione come le altre: non dobbiamo lasciare spazio ai nazionalisti”, ha insistito il presidente della Regione Centro-Valle della Loira.

“Vogliamo più o meno Europa?”, Laurent Warlouzet, professore alla Sorbona, spiega le sfide delle elezioni europee

I sondaggi mostrano che il Parlamento europeo potrebbe vedere una maggioranza di centrosinistra a giugno. Ma potrebbe anche oscillare molto a destra. “Ieri (mercoledì 1 maggio)a Milano si è svolto un corteo fascista senza che ciò disturbasse molte persone”, ha portato come esempio Frédéric Orain, vicesindaco di Blois (75esimo nella lista di Awaken Europe), già candidato nel 2019. “Noi possiamo essere al nostro posto, Raphaël Glucksmann è legittimo, il suo record è buono, il nostro discorso è coerente”.

In visita al Loiret, Gabriel Attal si concede alla folla della fiera del 1° maggio di Beaugency

Un ruolo protettivo da preservare

Il leader della lista Awake Europe ha condotto battaglie all’interno dell’istituzione europea, un’istituzione che deve rimanere forte per svolgere il suo ruolo protettivo. “È perché lei lo ha permesso che c’è stato un controllo energetico”, ha ricordato Dylan Boutiflat (23esimo nella lista). Il segretario internazionale del PS ha anche preso di mira la minaccia delle “alleanze di destra e di estrema destra”, maggioritarie già in sei paesi.

“L’agricoltura ha bisogno di un’Europa forte e protettiva”.

Temanuata Girard (Vicepresidente della Regione con delega all’Agricoltura, 20° nella lista Awake Europe)

Temanuata Girard (20° della lista), vicepresidente della Regione con delega all’Agricoltura e all’alimentazione, ha sottolineato che non bisogna perdere di vista il fatto che l’Unione europea si è formata soprattutto attorno ad una politica agricola comune che deve essere preservati per mantenere la sovranità alimentare.

Filippo Abline

-

PREV Vandea: il gruppo Dubreuil apre il suo hotel 4 stelle Square Lodge in Place Napoléon a La Roche-sur-Yon
NEXT Una donna del Giura che vive in Nuova Caledonia testimonia: “Sono devastata dalla situazione”