“Fofana era il papà dei bambini”

“Fofana era il papà dei bambini”
“Fofana era il papà dei bambini”
-

Loic Nego e Gueïda Fofana festeggiano un gol con la Francia U20 (Foto di VANDERLEI ALMEIDA / AFP)

Nazionale ungherese, Loïc Nego scopre la Ligue 1 all’età di 33 anni. Tuttavia, il difensore del Le Havre ha giocato nelle giovanili della Francia, nella quale ha lavorato fianco a fianco con Alexandre Lacazette e Gueïda Fofana.

Non esiste quindi un’età per scoprire la Ligue 1. A 33 anni, Loïc Nego completerà la sua prima stagione nell’élite francese con Le Havre. Tuttavia, il difensore è stato addestrato FC Nantesma, come tanti giovani, salpa verso Roma ancor prima di aver giocato con i professionisti della Loira Atlantica. Ritornato in Francia, Nego ha visto la sua carriera evolversi al punto da diventare un nazionale ungherese e giocare nell’Euro con questo paese.

Questa scelta si spiega con i suoi otto anni trascorsi a Videotone dove ha assaggiato la Champions League. Perché prima faceva parte del quadro di selezione giovanile della squadra francese. Membro della generazione del 1991, ha vinto il Campionato Europeo U19 nel 2010, compreso un gol di Alexandre Lacazette in finale. “Quindi Lacazette segnava sempre! Con lui era sempre il gol, il gol. C’era anche Yannis Tafer, un altro attaccante dell’OL, nello stesso stile, ha confidato il difensore del Le Havre al sito della Lega. Yannis era addirittura un po’ più avanti di Alexandre in quel momento.”

I due si sono ritrovati sui campi della Ligue 1 in questa stagione durante i due confronti tra leOL E Le Havre. Ciò andò piuttosto a vantaggio del Normanno che ricorda ancora la sua epopea con i Bleuets di cui sapeva praticamente tutto. Il titolo nel 2010, ma anche una finale europea nel 2008 con l’U17 e un quarto posto al Mondiale U20 nel 2011.

Epopee in cui ebbe soprattutto Gueïda Fofana come capitano. Il minimo che possiamo dire con l’attuale allenatore della riserva del Lione è che tutto stava andando liscio. “Gueïda Fofana era il leader degli uomini. Eravamo bambini, ma lui era il papà dei bambini, quello che ci prendeva se facevamo qualcosa di stupido”. Qualcosa ci dice che il vecchio ambiente ha mantenuto questo tratto caratteriale con i giovani dell’Accademia…

#Maroc

-

PREV prima sfida di arrampicata per i giovani degli istituti medico-educativi della Gironda
NEXT Non ci sarà più alcuna occupazione all’Università di Neuchâtel