Montpellier: tag offensivi sul fronte dell’associazione “Famiglia dal cuore grande”.

Montpellier: tag offensivi sul fronte dell’associazione “Famiglia dal cuore grande”.
Descriptive text here
-

Di Jean-Marc Aubert
pubblicato su

2 24 maggio alle 10:20

aggiornato il 2 maggio 24 alle 10:47

Vedi le mie notizie
Segui Metropolitana

Forte commozione, tristezza e rabbia attorno a questo atto non reclamato: questa mattina, giovedì 2 maggio 2024, i vertici dell’associazione “Famiglia dal cuore grande” ha scoperto etichette offensive e incitanti all’odio dipinte sulla vetrina di un negozio, in rue Boussairolles, vicino a Place de la Comédie, a Montpellier.

“Asso complice, Justice pour Matisse” o anche “No all’immigrazione”, così come un disegno razzista al centro del grande cuore rosso su una delle vetrate, sono stati disegnati con vernice nera. Un atto avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì, senza alcuna testimonianza diretta a quanto pare.


Questa associazione è particolarmente attiva nell’ospitare i giovani stranieri, costretti a fuggire dal proprio Paese, soprattutto in Africa, a causa della dichiarata omosessualità. Vengono addirittura cacciati via dai loro genitori. Questi giovani rifugiati LGBT T+ sono ora ospitati in una fattoria a Montpellier.

Questa mattina, i fondatori di “Famiglia dal cuore grande” si dicono disgustati, devastati e scandalizzati da questo atto di vandalismo gratuito, senza capire quale legame possa esserci con l’orribile morte del giovane Matisse a Chateauroux.

Abbiamo appreso giovedì che in questo caso un magistrato è bersaglio di minacce, mentre il padre dell’adolescente lancia appelli, soprattutto sui social network, per opporsi a qualsiasi ripresa politica.

Polizia nazionale è sul posto a Montpellier per svolgere indagini, in particolare per analizzare tracce, sequestrare e sfruttare i nastri di telecamere di videoprotezione del Comune di Montpellier, mentre “Famiglia dal cuore grande” sporgerà denuncia contro X.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV visitare l’anfiteatro gallo-romano di Saintes, un viaggio nel tempo garantito
NEXT Questi giocatori dello Stade Brestois hanno già giocato in Europa