Béziers: perché il prefetto dell’Hérault ha appena chiuso un negozio di alimentari per due mesi

Béziers: perché il prefetto dell’Hérault ha appena chiuso un negozio di alimentari per due mesi
Béziers: perché il prefetto dell’Hérault ha appena chiuso un negozio di alimentari per due mesi
-

Di Jean-Marc Aubert
pubblicato su

2 maggio 24 alle 9:24

Vedi le mie notizie
Segui Metropolitana

Gli esercizi aperti al pubblico -ERP- e in particolare quelli aperti di notte sono più che mai nel mirino della prefetto dell’Hérault. All’inizio di febbraio, François-Xavier Lauch aveva avvertito che la lotta contro il mancato rispetto dei decreti prefettizi e comunali riguardanti i reati ricorrenti classificati come gravi era una delle sue priorità.

Il prefetto ha così dato precise istruzioni ai sindaci, servizi di polizia (nazionale e comunale), gendarmeriaAgli dogana e agli investigatori di Finanze pubbliche aumentare il numero di controlli misti o incidentali per multare i commercianti senza scrupoli che continuano a vendere alcolici al di fuori degli orari di apertura, bombole di protossido di azoto (gas esilarante) o addirittura tabacco di contrabbando.


Si tratta precisamente di a vendita illecita di sigarette di contrabbando di cui è accusato il negozio di alimentari “Night And Day” situato al 58 dell’Esplanade Rosa Parks, nel cuore della città di La Devèze, in Béziers, con un chiusura amministrativa come sanzione immediata.

La prefettura dell’Hérault informa questo giovedì 2 maggio 2024 che l’operatore è stato informato martedì 30 aprile 2024 che avrebbe dovuto abbassare il sipario per due mesi, precisando che si trattava di una vendita illegale ripetuta di sigarette importate, come attestato dall’Ufficio rapporti degli agenti di polizia della stazione di polizia di Béziers inviati alla prefettura.

Chiusi 16 negozi di alimentari a Montpellier

HA Montpellierla polizia municipale vigila 24 ore su 24 sulla scrupolosa osservanza delle ordinanze del prefetto e del sindaco e denuncia tutte le violazioni constatate, durante i controlli giorno e notte, con un record già edificante dall’inizio dell’anno: 55 violazioni constatate di cui 16 negozi di alimentari presi di mira dalla chiusura amministrativa, che ora può durare fino a sei mesi a seconda della gravità dei fatti, come ad esempio Metropolitano rivelato questo mercoledì, 1 maggio.

I venditori di tabacco dell’Hérault sono vittime della concorrenza sleale di questo traffico organizzato di tabacco di contrabbando importato su larga scala dalla Spagna o dal Principato di Andorra e che inonda in particolare negozi di alimentari, snack bar, shisha bar, parrucchieri e barbieri a Montpellier.

C’è anche il traffico su strada, una situazione che fa arrabbiare ancora di più i tabaccai poiché i venditori ambulanti si insediano vicino ai loro negozi, come nel caso di Cours Gambetta, a Montpellier e Béziers. Per la cronaca, al negozio di alimentari chiuso da due mesi dell’Esplanade Rosa Parks di La Devèze è annesso una tabaccheria che ha molti soldi in strada. Un’altra osservazione delle autorità: queste vendite di tabacco di contrabbando sono localizzate vicino ai punti di scambio, il che suggerisce future operazioni di “Clean Place”…

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Parliamo o no delle scelte di Luis Enrique?… Marqui crede nel risveglio parigino…
NEXT Temporali e inondazioni: 19 dipartimenti, tra cui quello dell’Île-de-France, in vigilanza arancione