A La Garde, un marchio “Umanità” per gli anziani

A La Garde, un marchio “Umanità” per gli anziani
A La Garde, un marchio “Umanità” per gli anziani
-

Preoccupata per la qualità della vita dei suoi anziani, la Città è coinvolta in un processo di certificazione dell’EHPAD per offrire ai residenti un sostegno di alta qualità.

Da settembre 2022, i team delle residenze hanno arricchito le loro pratiche sulla base di questo concetto, con l’obiettivo di offrire un servizio di migliore qualità ai residenti. “ Umanità » è interessato ai legami che permettono agli esseri umani di incontrarsi indipendentemente dal loro stato, dal loro status, basandosi su tre pilastri relazionali (sguardo, parola, tatto) e un pilastro identitario (verticalità). Ridefinendo cos’è un caregiver e qual è la nozione di persona e di persona assistita, ciò consente un supporto che migliora il buon trattamento.

INVECCHIARE CON RISPETTO

Concretamente, il personale verrà formato su nuove tecniche che promuovano il rispetto dell’unicità e il rispetto della privacy di ciascun residente, in particolare le tecniche di “verticalizzazione” che consentono ai residenti di vivere in posizione verticale al meglio delle loro possibilità.

Questo approccio verso questa etichetta consentirà a ciascuno di coloro che sono coinvolti nella vita dei residenti di andare ancora oltre nell’implementazione di pratiche di buon trattamento. Pertanto, grazie a questa dinamica innovativa, la struttura si inserisce nel panorama medico-sociale del Var come luogo di accoglienza degli anziani di alta qualità. Al termine del processo, nel 2027, la residenza sarà una struttura certificata per l’alta qualità del suo supporto.

-

PREV Côtes-d’Armor. Un quartiere e una scuola senza internet da più di due mesi, ha accusato Orange
NEXT Le cliniche nel Maine-et-Loire chiudono dal 3 giugno