Calcio: il GFCA di Louis Poggi riprende colore

Calcio: il GFCA di Louis Poggi riprende colore
Calcio: il GFCA di Louis Poggi riprende colore
-

Dall’8 al 12 maggio, allo stadio Angelo Casanova proverà un’effervescenza a dir poco particolare e confortante.

In occasione della seconda edizione del torneo Fanfan Tagliagliolila squadra senior della R2 si inviterà infatti alla festa sabato alle 14:30 durante un incontro contro Eccica-Suarella in grado di ufficializzare la sua ascesa in R1, mentre il giorno successivo, gli U 19 festeggeranno il loro mantenimento dando il benvenuto alA TALE.

Segno questo quello del club del gas che, in un’occasione, svelerà al pubblico la sua nuova maglia insieme al suo fornitore di attrezzature Ekinsport Nike, sarà riuscito, nonostante le tante difficoltà che circondano la sua vita quotidiana, a rialzare la testa, a tracciare una rotta e soprattutto a riportare la speranza in tutti coloro che ad essa restano attaccati. Lo testimonia la conferenza stampa tenuta martedì.

Debito: un piano di risanamento in attesa di validazione

Questa è la questione delicata, anche se i vari controlli (sono stati sei) durante l’anno con il tribunale, hanno ogni volta indicato che l’organo giudiziario, nel desiderio di sostenere, ha mantenuto la fiducia nel club affinché potesse continuare la sua attività. .

Il 21 maggio sarà nuovamente ascoltato e bisogna sperare che il piano di risanamento (che potrebbe durare fino a diciotto mesi) che ha preparato venga convalidato, il che significherebbe che i suoi debiti sono certi, liquidi ed esigibili, un seno qua non condizione per avviare una procedura di rimborso. ” Sono ancora congelati e alcuni contestati, il che spiega perché al momento non siamo in grado di comunicare un importo di debito che non abbiamo ” dicono all’interno del club, per mettere fine a ogni speculazione.

Stadio: dialogo ristabilito con il CCAS

Nonostante i costi di manutenzione molto elevati, è al centro del progetto, poiché è vero che senza il suo stadio il GFCA non esisterebbe più. ” Il dialogo con il CCAS che ringraziamo per averci permesso di restare ci è stato ricollegato. Anche in questo caso potremo elaborare un piano di rimborso delle rate residue in relazione al credito del venditore realizzato in occasione dell’acquisizione dello stadio nel 2015 da parte del club. ” ha indicato Yannick Boutry ricordando, inoltre, che tuttora vincolati da un lungo contratto di affitto i terreni dell’ Sposata dove verrà effettuato un restauro, ne consentirà l’utilizzo nel mese di giugno.

Quest’anno, a costo di grandi sforzi e della voglia di rafforzare l’identità del club sviluppando tutte le categorie, lo stadio Mezzavia ha permesso di rafforzare i legami e di essere luogo di vita non solo nei giorni delle partite. ” Dobbiamo mantenerlo vivo e diventare uno strumento per i nostri giovani. Resta aperto alle associazioni e siamo felici di annunciare che il 25 maggio sarà messo a disposizione della Squadra Corsa per la finale del Coppa della Corsica. L’8 giugno si svolgerà anche una serata con il gruppo I Qui di a Gravonaper aiutare l’associazione A Salvezza in omaggio e solidarietà a Carluccio e tutti i bambini malati di cancro ” da parte sua indicato Luigi Poggi.

Progetto sportivo: il club torna ad attrarre

Senza i giovani non ci sono gli anziani. “La formula lanciata dal presidente del gas Luigi Poggi riassume la filosofia del progetto che il club ha intrapreso lo scorso aprile, presentandone le linee generali.

Un anno dopo si rinforza in un’azione che parte dalla scuola calcio fino agli Under 17 e 19 impegnati nei campionati nazionali. “ In tutte le categorie i risultati sono positivi e incoraggianti. Le nostre Nazionali U17 alla seconda stagione sono state protagoniste e le nostre 19 hanno ottenuto la permanenza, davanti ad alcuni centri di formazione. Per queste due categorie il reclutamento è quasi concluso. Siamo lieti di vedere che stiamo diventando di nuovo attraenti (come nell’U14 con due squadre coinvolte, la voglia di far giocare tutti, ndr). Che sia a livello sociale o accademico, vogliamo diventare un club di riferimento nel sostegno ai nostri giovani.

Strutturazione: un’assemblea generale da preparare

Dimostrando la volontà di programmare la prossima stagione dove, inevitabilmente, saranno necessarie maggiori risorse, il GFCA che ha voluto ringraziare i suoi partner storici, siano essi istituzionali (Città di Ajaccio e CDC) solo privato con una menzione speciale a Jacky Galeazzi du Chalet, senza dimenticare i preziosi volontari, ha rinnovato la voglia di essere aperto.

Chi vorrà unirsi a noi sarà il benvenuto. Ma al primo posto deve esserci solo l’interesse del club. Su questo saremo intransigenti. Organizzeremo un’assemblea generale una volta finita la stagione. Lo statuto verrà modificato se, come speriamo, nuovi membri decideranno di unirsi a noi.

#French

-

PREV “Quello che sta accadendo è osservato da una parte di Seine-Saint-Denis”, preoccupa Marion Maréchal
NEXT [Communiqué] Mangiare biologico in mensa, sì, è possibile a Reunion!