Un anno dopo le inondazioni storiche, Baie-Saint-Paul riflette

Un anno dopo le inondazioni storiche, Baie-Saint-Paul riflette
Un anno dopo le inondazioni storiche, Baie-Saint-Paul riflette
-

BAIE-SAINT-PAUL – Il lavoro esemplare dei vigili del fuoco di Baie-Saint-Paul durante l’alluvione del 1ehm Il maggio 2023 è stato al centro di una cerimonia commemorativa in rue Saint-Joseph, epicentro del disastro che vogliamo evitare ancora una volta.

• Leggi anche: Inondazioni del 1° maggio a Baie-Saint-Paul: 273 edifici, tra cui 89 attività commerciali, duramente colpiti

• Leggi anche: Vittima di quattro inondazioni da maggio: il campeggio Genévrier a Baie-Saint-Paul vuole sopravvivere

“La squadra antincendio di Baie-Saint-Paul ha incarnato questo coraggio, lavorando instancabilmente per garantire la sicurezza dei residenti colpiti da questo disastro naturale”, ha affermato il Comune, sottolineando “lo spirito di resilienza” e “il coraggio esemplare” dei suoi vigili del fuoco.

Il lavoro di questi vigili del fuoco è stato celebrato nel corso di una cerimonia alla presenza del sindaco di Baie-Saint-Paul, Michaël Pilote, del ministro della Pubblica Sicurezza, François Bonnardel e della deputata di Charlevoix–Côte-de-Beaupré, Kariane Bourassa .

Sul posto erano presenti anche diversi cittadini per quella che il sindaco Pilote ha definito “una commemorazione e non una celebrazione”.

>

>

Foto Jean-Philippe Guilbault

Diversi cittadini si sono riuniti in via Saint-Joseph, a Baie-Saint-Paul, per onorare i loro vigili del fuoco e ricordare il disastro che ha scosso la loro comunità.

“Un anno fa, le persone si sono sollevate e le loro vite sono cambiate in pochi secondi”, ha ricordato la deputata Kariane Bourassa. “Le persone hanno perso le loro case, i loro punti di riferimento e i loro ricordi”.

Il sindaco Michaël Pilote ha ricordato che l’intera comunità è stata scossa dal disastro. “A volte direttamente oppure sono amici, familiari o colleghi di lavoro ad essere colpiti”, ha illustrato.

Per aver salvato una donna in un appartamento nel seminterrato di un edificio, i vigili del fuoco Gaston Simard, Gaston Gagnon e Maxim Sullivan hanno ricevuto ciascuno un certificato d’onore.

Anche i vigili del fuoco di Baie-Saint-Paul sono stati premiati nel loro insieme.

“È ancora surreale un anno dopo ricordare questi ricordi”, afferma Maxim Sullivan. “Dobbiamo ricordarli, anche se non sono bei ricordi”.

>

>

Foto Jean-Philippe Guilbault

Il pompiere Maxim Sullivan ha ricevuto le congratulazioni dalla deputata Kariane Bourassa e dal ministro François Bonnardel.

  • Ascolta l’intervista a Michaël Pilote, sindaco di Baie-Saint-Paul al microfono di Alexandre Dubé via QUB :
Ancora aperti una trentina di fascicoli

Un anno fa, oggi, il fiume Gouffre ha rotto gli argini e ha causato danni ingenti nella zona di rue Saint-Joseph. Due vigili del fuoco sono morti in questa alluvione.

Ad oggi sono state aperte 318 pratiche per gli edifici interessati, di cui 90 per imprese, riferisce il Comune.

Di questi, una trentina sono ancora all’esame del Ministero della Pubblica Sicurezza, ma sono “quasi risolti” ha confermato il ministro Bonnardel.

Baie-Saint-Paul ha inoltre investito più di 2,7 milioni di dollari in vari costi, compresi i mandati per l’analisi dei muri di protezione lungo il fiume.

“Gli studi che si stanno realizzando mentre parliamo servono per vedere cosa faremo con i corsi d’acqua. Dovremmo dare più spazio a certi luoghi? In altri luoghi bisognerà innalzare le strutture di protezione?” ha spiegato il sindaco Michaël Pilote.

>

>

Foto Jean-Philippe Guilbault

Il sindaco di Baie-Saint-Paul, Michaël Pilote, e la deputata di Charlevoix-Côte-de-Beaupré, Kariane Bourassa

Nonostante il settore si sia trovato al centro di gravi inondazioni dalla fine degli anni 19e secolo, Baie-Saint-Paul desidera investire per preservare la vitalità e la “sinergia” del quartiere Saint-Joseph.

“Il quartiere Saint-Joseph è un quartiere vivo, che ha una storia con le sue case storiche. Alcuni dicono addirittura che Saint-Joseph Street sia una delle strade più belle del Quebec. Soprattutto, non dobbiamo dimenticarlo”, sostiene il sindaco Michaël Pilote.

In questo senso, sono state presentate al Ministero della Cultura 17 richieste di finanziamento per la ristrutturazione di rue Saint-Joseph.

Un po’ più a nord, il comune di Saint-Urbain, anch’esso colpito dalle inondazioni del 2023, ha inaugurato un memoriale in onore dei vigili del fuoco morti in azione.

Ciò che dicono

“La città di Baie-Saint-Paul non è stata perfetta. Penso ancora che abbiamo dato il 110% e questo ha ancora oggi un impatto sull’amministrazione”.

– Michaël Pilote, sindaco di Baie-Saint-Paul

“C’è ancora del lavoro da fare, ma non ci sono soldi, non ci sono parole che possano cancellare quello che avete passato”.

– Kariane Bourassa, deputata di Charlevoix–Côte-de-Beaupré

“Popolo di Baie-Saint-Paul, ben fatto! Sei stato resiliente, combattivo e paziente”.

– François Bonnardel, Ministro della Pubblica Sicurezza del Quebec

-

PREV FATTO DELLA SERATA Feria di Pentecoste 2024, fine applauso!
NEXT Il Dipartimento della Salute del PEI non produce una relazione annuale da 10 anni