30 dollari per visitare le Isole Magdalen: rinviata l’entrata in vigore dell’Archipel Pass

30 dollari per visitare le Isole Magdalen: rinviata l’entrata in vigore dell’Archipel Pass
30 dollari per visitare le Isole Magdalen: rinviata l’entrata in vigore dell’Archipel Pass
-

L’entrata in vigore del controverso abbonamento turistico obbligatorio da 30 dollari per visitare le Isole Magdalen è stata rinviata. Il comune ha inoltre colto l’occasione per annunciare lo svolgimento di un incontro pubblico informativo.

L’inizio dell’acquisto obbligatorio dell’Arcpiel Pass per i turisti era inizialmente previsto per mercoledì. Tuttavia, non è stata specificata alcuna nuova data di entrata in servizio.

“La Comunità Marittima informa che l’entrata in funzione della piattaforma di pagamento, inizialmente prevista per il 1° maggio, è posticipata di alcuni giorni per apportare modifiche e garantire un’esperienza utente fluida che permetta che tutto vada per il meglio visitatori”, si legge sul sito del Comune.

Il sindaco del comune delle Isole e presidente della Comunità marittima, Antonin Valiquette, invita Madelinots a partecipare all’incontro informativo del 16 maggio per saperne di più sulle nuove misure. Questi dividono la popolazione locale e gli isolani temono effetti negativi sul turismo in questa stagione.

Arcipelago della Passe

All’inizio di questa primavera, il comune ha annunciato che i visitatori dai 13 anni in su che rimarranno più di 24 ore nella zona dovranno acquistare l’Archipel Pass, per 30 dollari a persona. L’importo massimo da pagare per una famiglia è di $ 100.

Questa misura si applica solo alle persone il cui luogo di residenza si trova al di fuori dell’arcipelago.

Tali spese verranno pagate prima della fine del soggiorno, utilizzando una piattaforma di pagamento sicura. Una volta confermato il pagamento, il visitatore riceverà un codice QR che verrà validato all’uscita dal territorio. I recalcitranti verranno multati di 1.000 dollari.

Si noti che questa misura mira a “proteggere il fragile territorio delle Îles-de-la-Madeleine, mantenere le infrastrutture ricreative e turistiche dell’arcipelago e garantire la disponibilità dei servizi”, secondo le informazioni sul sito web del comune.

Il pagamento dell’Archipel Pass consente al comune di continuare ad accogliere i visitatori, preservando l’ambiente e le infrastrutture turistiche dell’arcipelago. “Grazie al pagamento dell’Archipel Pass i visitatori contribuiscono al Fondo per la Gestione Sostenibile del Territorio”, si legge anche.

con la collaborazione dell’Agenzia QMI

-

PREV Gareggiare al ritmo del passo
NEXT Ho camminato con le mucche