P3C| Ochamps B ritarda il titolo del Saint-Pierre

P3C| Ochamps B ritarda il titolo del Saint-Pierre
P3C| Ochamps B ritarda il titolo del Saint-Pierre
-

Questa partita, giocata davanti a circa 250 spettatori, doveva rappresentare l’apoteosi per il solido leader della serie. Ai Pierrots è bastato un solo punto per aggiudicarsi l’alloro. Senza contare sulla determinazione degli uomini di Christophe Plennevaux,

che non aveva intenzione di stendere il tappeto rosso per gli Orange. Quest’ultimo sembrava paralizzato dalla questione all’inizio della riunione. I Gialloneri, invece, giocano senza complessi. Apriranno anche la partitura. Boulard è sull’angolo e il veterano N. Arnould è il più lesto ad aprire le marcature con un tiro dal casco ben piazzato (1-0). Il centrocampista Pierrot, che di solito è l’arma migliore di Pierre Clarenne, non brilla come al solito e questo si ripercuote sul resto della squadra. Il portiere locale non ha avuto la minima parata da fare nel primo tempo, il che è abbastanza sorprendente considerando che i Pierrots ne avevano fatte quindici contro l’Assenois tre giorni prima. Dopo i limoni, la squadra del presidente Jérouville torna con altri propositi. Ochamps si piega, ma non si spezza, soprattutto grazie a un romano vigile nelle sue gabbie. Controcorrente, i Boucs vanno in contropiede con Boulard che non risparmia sforzi in prima linea d’attacco. Questo secondo gol ha il dono di far uscire dai cardini Pierre Clarenne: mister Piron manda un cartellino rosso all’allenatore ospite. La parte finale è sconnessa e assume l’aspetto di un “calcio e corsa”. I Pierrots spingono e ripartono grazie ad un rigore conseguente ad un fallo di Gillet su Valentin. Legrand ravviva la suspense (2-1). Ma, nonostante qualche occasione interessante, la capolista non riuscirà a pareggiare e la festa viene quindi rinviata. Si giocherà domenica a Orgeo se Saint-Pierre conquisterà almeno un punto. “Abbiamo spinto, ma non abbiamo avuto successo, lamenta il centrocampista del Pierrot Noah Maury. È un peccato non vincere il titolo e rovinare la festa, soprattutto perché i nostri sostenitori sono arrivati ​​numerosi”.

Gli Ochamptois hanno celebrato questa vittoria come un titolo. “Non avevamo intenzione di stendere il tappeto rosso a Saint-Pierre, assapora il T1 Ochamptois Christophe Plennevaux. Ci siamo avvicinati a questa partita per vincerla e dimostrare che Ochamps B (7°) non è al suo posto in questo campionato.”

Namoussart 1 – Libramont B 4

I Mauves continuano la loro grande serie di vittorie. Non hanno dovuto forzare il loro talento contro Namoussart. Golinvaux ha aperto le marcature. Jacques si prende una pausa. Dopo il terzo pedone registrato da Jacques, i giocatori locali ridurranno il punteggio tramite Salgado. Il talentuoso Cardoso porterà a casa il punto.

Orgeo B 2 – Haut-Fays 5

I fratelli Gillet, Zacharie e Timeo, mettono in orbita i visitatori. Alla mezz’ora Laffut segna lo 0-3. Contor riduce il punteggio dal dischetto. Dopo la pausa, Deward ha ritrovato la rete dopo diversi mesi di assenza per infortunio (1-4). Haegeman lo fa di nuovo prima che Renauld fissi i numeri alla fine della partita.

Chiesa 2 – Braccio 2

Questa partita al vertice ha portato a un punteggio di parità. J. Hotton, secondo classificato di Roset nella classifica marcatori, non ha perso tempo e ha superato il traguardo. 0-1 è il risultato dell’intervallo. Dopo il caffè, i Léglisiens sono rinvigoriti e tornano in partita con Lovadina, autore di un bellissimo cross. I Brôtis si riportano subito in vantaggio con J. Hotton, ben servito da Zimmerman. Léglise pareggia con un colpo di testa di Bockler.

-

PREV Pronostico Bastia Amiens SC – Ligue 2
NEXT Pirenei orientali. L’incredibile spettacolo di luci alla fine non avrà luogo