Trans Mountain potrebbe essere “l’ultimo gasdotto” per il Canada: CEO di Cenovus

Trans Mountain potrebbe essere “l’ultimo gasdotto” per il Canada: CEO di Cenovus
Trans Mountain potrebbe essere “l’ultimo gasdotto” per il Canada: CEO di Cenovus
-
I lavoratori posano il tubo durante la costruzione dell’espansione del gasdotto Trans Mountain su terreni agricoli, ad Abbotsford, BC, mercoledì 3 maggio 2023. (THE CANADIAN PRESS/Darryl Dyck) (La stampa canadese)

Alla data di inizio ufficiale della tanto attesa espansione dell’oleodotto Trans Mountain da 34 miliardi di dollari, l’amministratore delegato di Cenovus Energy (CVE.TO) (CVE) afferma di ritenere che il progetto potrebbe essere l’ultimo del suo genere in Canada.

“È sempre più difficile costruire oleodotti nel Paese e non mi sorprenderebbe se questo fosse l’ultimo oleodotto. Ma la realtà è che abbiamo una risorsa straordinaria qui in Canada”, ha detto mercoledì Jon McKenzie agli analisti durante la conferenza sugli utili trimestrali della sua azienda.

L’industria prevede che il collegamento più ampio tra l’Alberta e i terminali di esportazione sulla costa della Columbia Britannica ridurrà lo sconto sul greggio canadese rispetto al prezzo di riferimento statunitense.

La società della Corona Trans Mountain ha impiegato più di quattro anni per costruire l’espansione, che aumenta la capacità da 300.000 barili al giorno a 890.000 barili al giorno.

Allo stesso tempo, S&P Global stima che i produttori canadesi aumenteranno la fornitura di petrolio disponibile per l’esportazione di circa mezzo milione di barili al giorno entro il prossimo anno. TD Bank afferma che il Canada potrebbe stabilire un record globale di aumento della produzione nel 2024.

Il governo federale ha acquistato il progetto del gasdotto nel 2018 per 4,4 miliardi di dollari dopo che Kinder Morgan aveva annunciato che avrebbe interrotto la spesa. La società ha presentato la sua prima domanda di regolamentazione al governo nel 2013.

I ritardi dell’espansione della Trans Mountain e l’aumento delle stime dei costi hanno sollevato preoccupazioni su altri importanti progetti infrastrutturali pianificati in Canada.

“Non voglio discutere oggi della difficoltà di realizzare progetti”, ha detto McKenzie in risposta a una domanda su ciò che le sfide del gasdotto segnalano per la Pathways Alliance.

Cenovus è una delle sei società produttrici di sabbie bituminose dietro l’ambizioso piano del gruppo per una rete di cattura del carbonio da 16,5 miliardi di dollari in Alberta. Gli altri membri sono Imperial Oil (IMO.TO)(IMO), Suncor Energy (SU.TO)(SU), Canadian Natural Resources (CNQ.TO)(CNQ), MEG Energy (MEG.TO) e ConocoPhillips Canada.

La Pathways Alliance ha recentemente iniziato a presentare richieste di regolamentazione per il suo progetto formativo di cattura del carbonio, che potrebbe diventare uno dei più grandi al mondo. Pathways ha affermato che il progetto potrebbe aiutare le aziende associate a raggiungere una riduzione del 32% rispetto ai livelli di emissioni del 2019 entro il 2030.

La storia continua

Sebbene siano iniziati i lavori preliminari di ingegneria, il gruppo deve ancora prendere una decisione definitiva sull’investimento per il megaprogetto.

La settimana scorsa, al CEO di Imperial Brad Corson è stato chiesto se pensa che Pathways possa evitare il tipo di superamento dei costi e ostacoli normativi che hanno avuto un impatto su altri importanti progetti in Canada.

“C’è una sordida storia di grandi progetti infrastrutturali nel paese, e probabilmente si potrebbe fare la stessa generalizzazione a livello globale”, ha detto venerdì scorso mentre l’Imperial riportava i risultati finanziari.

Dice di rimanere “ottimista” riguardo a Pathways, data l’esperienza collettiva delle sei società coinvolte e il loro approccio proattivo alle normative.

Tuttavia, Corson avverte che, se si vuole contenere i costi, il tempo è essenziale.

“Per noi è fondamentale prenotare lo stabilimento per l’ordine dei tubi entro la fine dell’anno per poter rispettare i tempi stabiliti”, ha affermato. “Ci saranno molte migliaia di lavoratori che dovremo impiegare per eseguire questo progetto. Dobbiamo farlo in modo graduale e ordinato, altrimenti ciò comporterà significativi aumenti dei costi”.

Jeff Lagerquist è un reporter senior presso Yahoo Finance Canada. Seguitelo su Twitter @jefflagerquist.

Scarica l’app Yahoo Finance, disponibile per Mela E Androide.

-

PREV Pirenei. Qui si terrà un incontro ancestrale, che quest’anno celebra il suo 767° anniversario
NEXT Calcio. Il nazionale senegalese Kalidou Koulibaly diventa investitore nel club Sedan