Non serve la legge antispreco per il governo Legault

-

Dopo averlo fatto l’anno scorso con i minimarket Couche-Tard, la squadra investigativa Cooperative di informazione ha appena rivelato l’entità degli sprechi causati dalla catena di prodotti a basso costo Dollarama. Azienda fondata inoltre in Quebec.

Ma anche se descrive la situazione come “insostenibile e inaccettabile”, il ministro dell’Ambiente, Benoit Charette, ritiene che la sua recente tabella di marcia per l’economia circolare, presentata pochi giorni fa, servirà allo scopo.

“Ci dà il potere normativo che vogliamo utilizzare. Cercheremo di regolamentare questo aspetto”, ha commentato mercoledì il signor Charette nei corridoi dell’Assemblea nazionale.

Il ministro promette di incontrare la direzione di Dollarama nelle prossime settimane. Come fece l’anno scorso con Couche-Tard, anche in seguito alle rivelazioni di Cooperative di informazione.

L’esempio di… Couche-Tard!

“Couche-Tard ha fatto grandi sforzi e ci ha presentato un piano per fare le cose meglio. Spero la stessa cosa da Dollarama. Ma vogliamo utilizzare la tabella di marcia dell’economia circolare. Stiamo esplorando anche il livello normativo, forse legislativo”, ha sottolineato Charette, che è anche Ministro della lotta contro il cambiamento climatico, la fauna selvatica e i parchi.

>>>>>>

Il ministro dell’Ambiente del Quebec, Benoit Charette, si affida alla sua recente tabella di marcia sull’economia circolare per ridurre gli sprechi delle grandi catene. (Francis Vachon/La stampa canadese)

“Sono prodotti che potrebbero sicuramente essere utilizzati, che sono nuovi, che sono buoni, anche se fossero usati. Dobbiamo trovare un modo per promuovere tutto questo e prevenire sprechi di questa natura”, ha riassunto il ministro Charette.

Ciò avviene lo stesso giorno in cui il salario minimo aumenta da 15,25 dollari l’ora a 15,75 dollari.

Interrogato al riguardo al Salon Bleu, il primo ministro François Legault ha ammesso che “in effetti, è praticamente impossibile arrivare a 15,75 dollari l’ora. “Soprattutto nel contesto del costo della vita che conosciamo, affitti, alloggi”.

Il deputato lo ha sperimentato

Nello stesso periodo di domande, la portavoce eletta di Solidarietà del Quebec per l’ambiente e anche per l’alimentazione, Alejandra Zaga Mendez, ha ricordato di aver presentato l’anno scorso un disegno di legge anti-spreco. Proprio sulla scia delle rivelazioni su Couche-Tard.

Anche il Parti Québécois ha presentato la settimana scorsa un proprio disegno di legge antispreco.

>>>>>>

La deputata della Solidarietà Alejandra Zaga Mendez ha condiviso una parte toccante della sua esperienza in Aula. (Jacques Boissinot/La stampa canadese)

“L’ho sperimentato quando lavoravo in un negozio di alimentari. Ho dovuto buttare via il cibo che era ancora buono, sapendo che il giorno dopo mia madre sarebbe dovuta andare al banco alimentare per sfamare la mia famiglia”, ha detto la signora Zaga Mendez, nella stanza, fornendo un contesto personale.

Lei definisce lo spreco alimentare una “piaga”.

Evita di “demonizzare”

Il ministro dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione, André Lamontagne, ha tuttavia accusato, nel suo progetto di legge, Québec solidaire di voler “trovare i colpevoli e poi demonizzare” le imprese colte inadempienti utilizzando un registro.

Se il ministro Lamontagne concorda sul fatto che si tratta di “pratiche del tutto ingiustificabili nel 2024”, preferisce affidarsi ad organizzazioni già sul campo.

>>>Chantal Rouleau, Ministro responsabile della Solidarietà Sociale e dell'Azione Comunitaria>>>

Chantal Rouleau, Ministro responsabile della Solidarietà Sociale e dell’Azione Comunitaria (La stampa canadese)

Come la sua collega ministra responsabile della Solidarietà Sociale e dell’Azione Comunitaria, Chantal Rouleau, che ricorda che “nei grandi supermercati sono in atto programmi di raccolta alimentare, in particolare da parte dei Banchi Alimentari del Quebec”.

Senza sapere se sarà presente all’incontro, la Rouleau ripete che il suo governo incontrerà i rappresentanti di Dollarama per ricordare loro le buone pratiche in materia di gestione delle merci invendute.

“Dobbiamo garantire una migliore coesione, un migliore coordinamento. Questo è ciò su cui lavoro molto”, ha commentato il ministro Rouleau, prima di recarsi alla riunione settimanale del Consiglio dei ministri del governo Legault.

-

PREV Il dipartimento della Costa d’Oro utilizza la tecnologia ON’connect switch™ in tutti i suoi college per preservare le risorse idriche
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News