Strasburgo. I due soldati condannati per aggressione omofobica verranno allontanati dall’esercito

Strasburgo. I due soldati condannati per aggressione omofobica verranno allontanati dall’esercito
Strasburgo. I due soldati condannati per aggressione omofobica verranno allontanati dall’esercito
-

Fatti “contrari ai valori” e “status militare”

Questa aggressione “è ovviamente totalmente contraria ai valori” e “allo status dei militari”, ha aggiunto l’Esercito. “Atti come questi sono puniti molto pesantemente” e l’allontanamento è la sanzione “più pesante” che l’istituzione può imporre.

Di 19 e 21 anni, i due uomini, militari a 152e reggimento di fanteria di Colmar, sono stati condannati in apparenza a due anni di carcere, di cui un anno di reclusione.

Il tribunale non ha emesso un mandato di rinvio a giudizio nei confronti dei due imputati che apparivano detenuti e hanno chiesto scusa alla vittima, un uomo di 28 anni.

La corte ha inoltre imposto loro l’obbligo di “trattare il più rapidamente possibile” la loro “impulsività”, secondo il presidente Marc Picard. Non possono contattare la vittima né presentarsi a Strasburgo per tre anni. È inoltre vietato loro di detenere un’arma per cinque anni.

Dovranno inoltre versare 1.800 euro all’associazione SOS Omofobia, anch’essa parte civile.

Un attacco “totalmente gratuito”, motivato “da una presunta omofobia”

L’aggressione è avvenuta sabato prima dell’alba nel centro di Strasburgo mentre i due soldati, in licenza, uscivano una sera ubriachi. Hanno picchiato duramente la loro vittima, uno di loro lo ha inondato di insulti omofobici.

L’uomo aggredito riportava un trauma cranico, un timpano perforato e denti allentati. Gli è stato prescritto un ITT di dieci giorni.

Il rappresentante della procura, Eric Haeffele, aveva chiesto tre anni di carcere, di cui due chiusi, denunciando “un attentato di rara violenza” e “totalmente gratuito”, spinto “da una presunta omofobia” e “disinibito”.

#Belgique

-

PREV Furto d’auto, due persone gravemente ferite sulla A6… Aggiornamento sulle notizie nell’Yonne
NEXT Castres. Stasera si chiude il sipario sulla stagione culturale