Drainville vieta i bagni misti nelle scuole

Drainville vieta i bagni misti nelle scuole
Drainville vieta i bagni misti nelle scuole
-

Mercoledì il ministro dell’Istruzione, Bernard Drainville, ha formalmente vietato i bagni misti nelle scuole del Quebec.

L’eletto non ha aspettato il parere del comitato dei saggi sull’identità di genere su questa questione. Il signor Drainville, in ogni caso, ha detto di avere “fiducia in questo [les membres du comité] non arriverà alla conclusione opposta” alla sua. La sua collega, la ministra della Famiglia Suzanne Roy, ha invece affermato che il comitato dei saggi non ha il mandato di studiare la questione dei bagni misti.

La direttiva pubblicata mercoledì da Drainville è direttamente in linea con la sua opposizione ai servizi igienici misti, espressa a settembre sulla base della sua “esperienza in materia di privacy”. Tuttavia, ciò contrasta con le raccomandazioni del suo stesso ministero. Nel 2021 ha individuato come “misura amministrativa adeguata” il fatto di “fornire luoghi neutri rispetto alla privacy che consentano la libera scelta degli studenti e del personale”.

Nella direttiva pubblicata mercoledì sulla Gazzetta Ufficiale, il ministro dell’Istruzione chiede ai centri di servizi scolastici di costruire spogliatoi e servizi igienici “di genere (maschi/femmine)”. In futuro, e in tutti i progetti “dove l’avanzamento della progettazione è inferiore al 30%”, saranno vietati i servizi igienici misti.

I centri di servizi scolastici devono tuttavia garantire “la fornitura di servizi igienici individuali, universali e accessibili senza restrizioni per gli studenti che ne hanno bisogno o che desiderano utilizzarli”. Il ministro Drainville richiede che queste strutture siano “adeguate, sicure e situate in luoghi strategici che consentano un’adeguata sorveglianza, come in un’area di circolazione comune”.

Di fronte ai giornalisti, Drainville ha accolto con favore la decisione “pragmatica”. “Rispetta i diritti di tutti. È una soluzione molto rispettosa e molto equilibrata. E siamo molto orgogliosi di questa decisione”, ha dichiarato.

$ 350.000 di stipendio per gli “uomini saggi”

In seguito all’annuncio di Drainville, i funzionari eletti sono stati interrogati sul mandato del comitato dei saggi. Lo studio degli stanziamenti ha rivelato che la sua presidente, Diane Lavallée, riceverà 119.600 dollari per il suo mandato. I suoi collaboratori Jean-Bernard Trudeau e Patrick Taillon riceveranno 114.200 dollari ciascuno.

“Non preoccupatevi, il lavoro non manca. Attualmente stanno incontrando più di 70 organizzazioni e gruppi. Quindi stanno facendo il loro lavoro”, ha detto il ministro Roy. Ha assicurato che il rapporto della commissione non finirà sullo scaffale.

Ci sono “questioni molto più specifiche” di quelle dei bagni studiate dalla commissione, ha spiegato anche Martine Biron, in qualità di ministro responsabile della lotta contro l’omofobia e la transfobia. Queste domande “ci impongono di guardare un po’ di più o di fare una revisione internazionale per vedere esattamente cosa viene fatto altrove, per vedere le migliori pratiche, per fare una piccola pausa perché veniamo interrogati ogni poche settimane su questioni complesse. che mettono in discussione l’equilibrio di alcuni individui”, ha aggiunto. “Penso che bisogna prendersi cura delle persone e non dire sciocchezze. »

Da vedere in video


#Canada

-

PREV 176 anni fa in Guadalupa fu abolita la schiavitù
NEXT Un castello abbandonato, un centro commerciale… Mohamed Amra, una caccia e false piste