con Toumaï, il laboratorio Paveloprim studia l’origine dell’umanità

con Toumaï, il laboratorio Paveloprim studia l’origine dell’umanità
con Toumaï, il laboratorio Paveloprim studia l’origine dell’umanità
-

Studiare “l’evoluzione degli ecosistemi terrestri dopo l’estinzione dei dinosauri” così come “l’origine dell’umanità, le grandi scimmie e i primi primati”. Questo è l’obiettivo del laboratorio Paveloprim da circa vent’anni. L’unità di ricerca congiunta, tra l’Università di Poitiers e il CNRS, è nota e riconosciuta per la scoperta di ossa di un Sahelantropo nel 2001, nel deserto del Djourab in Ciad.

Guidata da Michel Brunet, la missione paleoantropologica franco-ciadiana ha scoperto un teschio, frammenti di mascelle e denti, due ulne e un femore attribuiti a Toumaï. “È ancora il più antico rappresentante dell’umanità finora conosciuto, con i suoi 7 milioni di anni”sottolinea Franck Guy, responsabile della ricerca presso Paveloprim.

Bipedismo precoce

Lui e Guillaume Daver, docente del laboratorio, hanno lavorato anche sulle modalità di locomozione di questa specie. La sfida consisteva nel verificare in particolare se Toumaï potesse stare in piedi e camminare in posizione eretta, come sosteneva Michel Brunet. Sapendo che “il bipedismo e la riduzione dei canini fanno parte dei criteri per riconoscere l’essere umano”precisa Franck Guy.

I due ricercatori hanno quindi effettuato una serie di misurazioni e analisi sul femore e su entrambe le ulne. Dati che sono stati poi confrontati con altri esemplari di grandi scimmie attuali e fossili. “La conclusione è che il femore attribuito al Sahelanthropus è più simile a quello umano rispetto a qualsiasi altra specie di primati”.indica Gildas Merceron, direttore di Paveloprim.

Queste le analisi, che quindi confermano “un bipedismo abituale” a Toumaï, sono stati oggetto di una pubblicazione sulla rivista Natura24 agosto 2022. E permetterci di conoscere meglio la comprensione della storia dell’umanità.

#French

-

PREV Ille-et-Vilaine: a 24 anni, Magali vuole sviluppare l’azienda agricola di domani
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News