1 maggio: impedito di manifestare a Saint-Etienne, Glucksmann accusa La France insoumise

1 maggio: impedito di manifestare a Saint-Etienne, Glucksmann accusa La France insoumise
1 maggio: impedito di manifestare a Saint-Etienne, Glucksmann accusa La France insoumise
-

Poco prima era stato accolto dagli studenti, alcuni dei quali portavano bandiere palestinesi, al grido di “Glucksmann fuori da qui, Sainty non è tuo” e “vincerà la Palestina”.

Raphaël Glucksmann, capolista del PS per le elezioni europee, ha dovuto essere esfiltrato dalla manifestazione del 1° maggio a Saint-Étienne, preso di mira da getti di vernice, riferisce France Bleu. Poco prima era stato accolto dagli studenti, alcuni dei quali portavano bandiere palestinesi, al grido di “Glucksmann fuori da qui, Sainty non è tuo” e “vincerà la Palestina”. “È la loro concezione della democrazia, non la nostra”, ha reagito l’eurodeputato, denunciando “una cinquantina di eccentrici”, alcuni dei quali, secondo lui, appartengono alla LFI.

Se il capolista del PS ha accusato La France di insoumise, Jean-Luc Mélenchon si è difeso. SU “Disapprovo totalmente l’espulsione di Raphaël Glucksmann. Chiunque voglia giurare fedeltà alla lotta dei lavoratori per i propri diritti avrà il suo posto il 1° maggio. Non ci resta che allontanarci da loro se ci scontentano”, scrive l’ex leader di La France insoumise, sottolineando che “il nemico è l’estrema destra”.


#Maroc

-

PREV Il sole di Châteauguay | Per una convivenza più sana nelle zone agricole
NEXT La polizia nazionale chiede testimoni dopo la scomparsa di un uomo di 57 anni a Briançon