NÎMES METROPOLE “Maggio in bicicletta”: 70 eventi per sensibilizzare

NÎMES METROPOLE “Maggio in bicicletta”: 70 eventi per sensibilizzare
NÎMES METROPOLE “Maggio in bicicletta”: 70 eventi per sensibilizzare
-

La metropolitana di Nîmes ha anche annunciato l’arrivo delle biciclette a pedalata assistita per il primo trimestre del 2025.

Maggio in bicicletta è un evento festivo su scala nazionale avviato da tutte le parti interessate del ciclismo con il Ministero della Transizione Ecologica e il Ministero responsabile dello Sport. Per il secondo anno consecutivo, Nîmes Métropole, che ha esperienza anche nella mobilità dolce, ha deciso di proporre una versione locale di questa operazione. Dai 45 del 2023, fino al 31 maggio sono in programma oltre 70 eventi, di cui circa 40 aperti a tutto il pubblico. In totale, nei territori della metropoli di Nîmes sono coinvolti 27 comuni e dieci istituti scolastici.

Eletti di Nîmes con rappresentanti di associazioni tra cui Claude Rols, ex delegato del Gard dell’ARS e appassionato di ciclismo • Foto Corentin Corger

Un’azione portata avanti con associazioni ciclistiche come Croco Vélo, Roller Lib e il Gruppo Cyclo Nîmois. In programma: iniziazioni, passeggiate e circuiti ciclabili alla scoperta del patrimonio del territorio, sport urbani sulla neve, rimonta in sella o officine di riparazione, scambio di biciclette, sensibilizzazione alla sicurezza stradale… e numerose attività festive. Senza dimenticare gli eventi riservati ad agenti, dipendenti, scolari e studenti universitari dell’Agglo e agli anziani, o la May by bike challenge organizzata da Nîmes métropole, con una bici elettrica in palio percorrendo il maggior numero di chilometri in bici sul territorio . Per partecipare: clicca QUI.

Bici elettriche per il 2025

“Si tratta di un’azione ambiziosa per lo sviluppo di questa modalità di trasporto e per avvicinare quanti più utenti possibile alla pratica della bicicletta”, spiega Jean-Marc Campello, vicepresidente dell’Agglo, delegato alla Mobilità. L’ambizione della comunità è raggiungere 100 km di strade adatte ai ciclisti entro il 20230, continuare il servizio di noleggio biciclette Tango e allestire biciclette self-service con assistenza elettrica. Ciò dovrebbe avvenire nel primo trimestre del 2025. Il posizionamento delle stazioni per queste bici è ancora allo studio ma verrà rivelato in autunno.

“È uno stato d’animo, una filosofia che vogliamo instillareinsiste il presidente Franck Proust che si è evoluto nel ciclismo, 20 anni fa ero scettico riguardo al ciclismo a Nîmes, la città dei sette colli. È stato un ostacolo quando ne abbiamo parlato con la gente, era difficile realizzare corsie per i ciclisti. La bici elettrica ha cambiato comportamento, ora possiamo guidarla in giacca e cravatta. Abbiamo cambiato visione e anche la gestione dell’ultimo miglio. Con i vélibs elettrici, questa città entrerà finalmente nell’era del 21° secolo. » Il presidente ha anche dato l’esempio durante la presentazione dell’evento (vedi sopra).

Un eletto che conta anche sullo sviluppo di centri di scambio multimodali come a Saint-Geniès-de-Malgoirès e Générac. Questa operazione è anche l’occasione per le associazioni degli utenti di segnalare alcune difficoltà come quella di raggiungere Chemin de Russan in tutta sicurezza. Questi ultimi sperano di essere contattati per futuri progetti di miglioramento stradale. Perché per loro il ciclismo è tutto l’anno!

Per scoprire il programma completo degli eventi di maggio in bicicletta: clicca QUI.

-

PREV L’ambasciatore indiano difende gli studenti stranieri sfruttati o truffati in Canada
NEXT DIRETTO. PSG-Dortmund: Hummels ghiaccia il Parco, il Paris deve svegliarsi (0-1)