Centro per migranti a Drize: i residenti locali hanno intrapreso azioni legali

Centro per migranti a Drize: i residenti locali hanno intrapreso azioni legali
Centro per migranti a Drize: i residenti locali hanno intrapreso azioni legali
-

Era nell’aria, è confermato. Un gruppo di residenti locali ha intrapreso un’azione legale per opporsi alla costruzione di un centro di accoglienza temporanea per migranti a Plan-les-Ouates, sulla strada per Annecy. Il suo appello si aggiunge a quelli del Comune (per questioni di capienza scolastica) e delle associazioni WWF e Pro Natura (per questioni di tutela degli anfibi). Antoine Marcé, membro del collettivo, indica che riunisce un centinaio di nuclei familiari, di cui una trentina formalmente coinvolti nell’appello.

Secondo lui è «assurdo voler realizzare un’infrastruttura del genere in questo luogo, uno dei rari spazi naturali di questa regione del sud di Ginevra». Ricordando che il terreno che dovrebbe accoglierlo è “molto angusto” e “nelle immediate vicinanze delle ville e dei loro abitanti”, definisce il progetto “totalmente sproporzionato: cinque edifici alti più di dieci metri, alcuni dei quali più di quaranta metri di lunghezza.

Antoine Marcé deplora la mancanza di dialogo tra l’Hospice Generale e il Cantone. Afferma infatti che il collettivo era pronto a discutere “una soluzione più ragionevole, con un centro di accoglienza di dimensioni più modeste”, ma si è trovato di fronte ad “una posizione inflessibile”. Avendo “perso ogni speranza” di discutere, ha quindi “optato per una posizione radicale”: opporsi “totalmente” al progetto.

Il Tribunale amministrativo deve ora pronunciarsi nel merito, ma il collegio fa presente di aver ripristinato l’effetto sospensivo (il progetto è bloccato fino alla pronuncia della decisione) che era stato tolto al momento del rilascio dell’autorizzazione a costruire.

-

PREV “È un anello essenziale della catena”: un nuovo collettivo a sostegno del macello del Sud-Aveyron
NEXT Passaggio alla liquidazione T+1 per le aste di titoli del governo canadese