Manifestazione davanti alla stazione di polizia di Reims in sostegno di uno studente arrestato dopo la parata del 1° maggio

Manifestazione davanti alla stazione di polizia di Reims in sostegno di uno studente arrestato dopo la parata del 1° maggio
Manifestazione davanti alla stazione di polizia di Reims in sostegno di uno studente arrestato dopo la parata del 1° maggio
-

Dall’inizio del pomeriggio di questo mercoledì, la piazza antistante la questura di Reims è stata occupata pacificamente da una ventina di persone che hanno deciso di radunarsi lì per sostenere uno studente di 19 anni arrestato dopo il corteo del 1° maggio. Diverse fonti vicine alle indagini confermano che la giovane è stata posta in custodia di polizia per “indignazione” nei confronti della polizia, commenti che sarebbero stati fatti durante il corteo.

Non è ancora chiaro se i fatti siano riconosciuti o contestati. Secondo i partecipanti al corteo si sarebbero sentiti numerosi insulti rivolti alla polizia, apparentemente senza arresto in quel momento.

Arrestato all’uscita della sala sindacale

Lo studente frequenta Sciences Po Reims. Ritornata alla sala sindacale dopo il corteo, stava uscendo, intorno alle 12:45, quando gli agenti di polizia in borghese che stavano aspettando fuori sono venuti direttamente a vederla. L’arresto è avvenuto senza incidenti, davanti ai suoi compagni. La notizia è circolata e si è formato rapidamente un gruppo sul piazzale antistante la stazione di polizia, con la presenza di diverse organizzazioni: il sindacato studentesco Alternative Rémoise, Lutte Ouvrière, FSU, la Lega per i diritti umani, il Collettivo Palestina Reims.


#Maroc

-

PREV Trasporti pubblici gratuiti: il Consiglio di Stato insiste e firma
NEXT Lotto: Scopri il parco Causses du Quercy sotto una notte stellata