Tre bambini sbarcati da un TGV Lille-Rennes nella regione parigina, la SNCF accusa i genitori

Tre bambini sbarcati da un TGV Lille-Rennes nella regione parigina, la SNCF accusa i genitori
Tre bambini sbarcati da un TGV Lille-Rennes nella regione parigina, la SNCF accusa i genitori
-

Tre bambini che viaggiavano su un TGV tra Lille Europa e Rennes sono stati fatti sbarcare e consegnati alla polizia della regione parigina. La SNCF indica che i genitori li hanno fatti imbarcare senza accompagnarli a bordo.

Un viaggio che “non si è svolto in modo pacifico”, ha ammesso la SNCF mercoledì 1 maggio a BFMTV. Sabato 27 aprile, tre bambini di 8, 11 e 13 anni sono stati sbarcati nella regione parigina dal loro TGV in partenza da Lille-Europa in direzione di Rennes, riferisce La Voix du Nord.

Errore di registrazione

Due dei bambini appartengono agli stessi fratelli mentre il terzo proviene da un’altra famiglia, ma tutti e tre sono abituati a fare questo viaggio durante le vacanze scolastiche, riferiscono i nostri colleghi. A tale scopo, i genitori iscrivono i propri figli al servizio SNCF Junior & Cie che permette ai bambini che viaggiano da soli di essere accompagnati e sorvegliati sul TGV.

Solo che questa volta i due genitori sono arrivati ​​alla stazione Lille-Europa “solo 3 minuti prima della partenza del TGV 9838 quando per questo servizio è obbligatorio presentarsi almeno 1 ora prima della partenza del treno per garantire un’assistenza buona e sicura dei bambini”, precisa la SNCF a BFMTV.

I genitori hanno confermato a La Voix du Nord di essere arrivati ​​in ritardo al check-in a causa di un “grave incidente sull’autostrada belga”. Poiché la partenza del TGV era ritardata, i bambini sono saliti a bordo e i genitori hanno segnalato la loro presenza al controllore .

“Il loro biglietto è stato convalidato. Volevo registrarli ma c’era troppa gente e molta tensione”, ha raccontato il padre ai colleghi.

Un corrimano rimosso

“I bambini non essendo stati registrati dal servizio Junior & Cie, non erano sotto la responsabilità dell’equipaggio di bordo”, riferisce la SNCF che deplora l’atteggiamento dei genitori che hanno insistito per far imbarcare i propri figli nonostante le informazioni forniti dall’“agente responsabile dei bambini”.

“Nel caso di specie, i bambini imbarcati viaggiavano quindi soli, senza essere sotto la responsabilità e accompagnati da un adulto come è tuttavia obbligatorio”, deplora la SNCF a BFMTV.

I bambini sono stati quindi scaricati alla stazione di Marne-la-Vallée “per non correre rischi” e consegnati alla polizia. Hanno poi contattato i genitori venuti a ritirarli.

Uno dei genitori ha detto a La Voix du Nord di aver inviato reclami online e di aver sporto denuncia, come la sua ex moglie. “SNCF Voyageurs respinge qualsiasi accusa da parte dei genitori di questi bambini e assicura di aver adempiuto pienamente ai propri doveri di protezione dei bambini”, aggiunge la compagnia ferroviaria.

Gaëtane Meslin con Amaury Tremblay

I più letti

-

PREV una clinica sanitaria multidisciplinare per le giovani famiglie
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News