Uno scavo archeologico aperto al pubblico nella Val-d’Oise

Uno scavo archeologico aperto al pubblico nella Val-d’Oise
Uno scavo archeologico aperto al pubblico nella Val-d’Oise
-

Di Raffaello Delaveaux
pubblicato su

1 maggio 24 alle 16:46

Vedi le mie notizie
Segui La Gazette du Val d’Oise

Dall’inizio di febbraio, un sito archeologico è stato scavato dall’Inrap (Istituto Nazionale per la Ricerca Archeologica Preventiva) nel cuore del quartiere di Villiers-le-Bel (Val-d’Oise).

Le scoperte sono incoraggianti, poiché resti di tutte le epoche sono già stati esposti alla luce.

Cuore storico

Gli scavi sono fruttuoso.

Gli archeologi sono stati in grado di identificare cantine medievalicosì come vestigia del XIVe e XVe secoli.

Sono visibili anche tracce di abitazioni di altri periodi.

In questo luogo dove ne nasceranno di nuovi alloggiamentoFrançois Gentili, archeologo Inrap responsabile degli scavi, spiega i ritrovamenti, nonostante il tempo inclemente.

“Scavamo e cerchiamo con qualsiasi tempo. Là bollettino meteorologico è stato un po’ difficile. »

Video: attualmente su Actu

Nonostante questa volta capricciosogli archeologi lavorano meticolosamente, strato dopo strato, centimetro dopo centimetro.

Questo lavoro molto preciso ci permette di raccogliere informazioni, scattare foto e proseguire, sempre più in basso terra.

Qui vediamo elementi di tutte le epoche, dall’epoca di Carlo Magno per i resti più antichi, al XX secolo per quelli più recenti.

François Gentili, archeologo dell’Inrap

Da quasi vent’anni il centro storico de Villiers-le-Bel viene perquisito.

“Siamo tra due settori ricchi di storia. »

Democratizzare l’archeologia

“L’interesse di questa campagna è mostrare ad un vasto pubblico l’evoluzione dell’habitat, dall’800 fino ai tempi di Napoleone”, aggiunge la ricercatrice.

E come prova: ci sono otto classi di primario dal comune venuto a scoprire l’opera dell’Inrap a fine aprile.

” L’archeologia ha un ruolo educativo per questi residenti”, sottolinea François Gentili.

Questo sito di 3.000 m2 è “un esempio, un puzzle a cielo aperto già a buon punto”.

A questo scopo è stato organizzato un open day sabato 27 aprile residenti e chi desidera scoprire la storia di questo luogo può esplorare il sito.

Infine, il archeologi ha fatto una recente scoperta “commovente”.

Questo è il piatto del costruzione di una casa, datata 31 marzo 1912.

Lì è menzionato tutto: il nome degli abitanti, dell’architetto e delle imprese edili.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV I genitori di Ottawa intentano un’azione legale contro l’Ontario
NEXT Lo sciopero inizia al Viterra Canada a Bécancour