Un corteo previsto per il 1° maggio a Lione, una manifestazione costellata di danni

-

Mercoledì 6.500 persone hanno manifestato a Lione per il 1° maggio. (@NC)

Secondo la prefettura, 6.500 persone hanno manifestato mercoledì 1 maggio a Lione per la Festa del Lavoro.

Lontano dai 17.000 manifestanti censiti l’anno scorso dalla prefettura del Rodano in un contesto di malcontento contro la riforma delle pensioni, la manifestazione del 1° maggio di questo mercoledì ha comunque riunito 6.500 persone secondo i servizi statali e 13.000 secondo i sindacati.

6.500 persone secondo la prefettura

Una mobilitazione significativa, spinta soprattutto dalla situazione di Gaza per la quale si sono registrati numerosi consensi nel corteo. La capolista della France Insoumise alle elezioni europee, Manon Aubry, è venuta all’inizio della manifestazione prima di dirigersi a Parigi. Nel corteo si sono visti anche Olivier Faure e Grégory Doucet.

Il movimento intersindacale ridotto, senza la CFDT e la Force Ouvrière, ha faticato a farsi sentire e ad andare avanti, interrotto da un gruppo di delinquenti in testa al corteo. Quest’ultimo ha danneggiato in particolare una banca poco prima di Saxe-Gambetta, provocando secondo i servizi statali sei arresti. Sono scoppiati anche alcuni scontri tra delinquenti isolati e la polizia. In totale, secondo la prefettura, sono state arrestate almeno 17 persone, in particolare prima della manifestazione mentre si stavano attrezzando in previsione degli scontri.

Stipendi, pace e pensioni erano le principali richieste del corteo. “Non sopportiamo più Macron e abbiamo paura di ciò che accadrà alle elezioni europee e poi alle presidenziali, dobbiamo farci sentire“, dice Eric, un frequentatore abituale delle processioni del 1 maggio. “Questo governo passa il suo tempo a colpire i lavoratori precari con il pretesto del risparmio, ma non tasserà mai i più ricchi. Chiediamo solo giustizia“, dice Léa, una giovane lavoratrice.

Il CFDT, dal canto suo, ha organizzato una propria sfilata con partenza dal parco della Tête d’Or all’inizio del pomeriggio. La Force Ouvrière dal canto suo ha ripreso il suo tradizionale incontro, davanti alla targa commemorativa della rivolta di Canut a Croix-Rousse, a mezzogiorno.

#Belgique

-

PREV GARD Piovoso ma manifestazioni di protesta del 1° maggio
NEXT la tradizione del mughetto ancora presente