Diomaye Faye sospende il tradizionale benvenuto al capo dello Stato – La Nouvelle Tribune

-

Eletto alla guida del Senegal per un mandato di 5 anni, Bassirou Diomaye Faye suscita grande speranza nella popolazione senegalese. Molti progetti attendono il quinto presidente della storia del Paese Teranga. Il leader senegalese sarà atteso con ansia in termini di governance. Il tandem Faye Sonko ha promesso di lavorare per l’instaurazione di una governance virtuosa.

Da diverse settimane Bassirou Diomaye Faye ha intrapreso una serie di viaggi in diversi paesi vicini. Ha fatto la sua prima visita ufficiale a Gambia. Dopo Banjulil presidente senegalese ha fatto rotta verso il La Mauritania. Diomaye Faye è atteso nei prossimi giorni Guinea-Bissau. Il leader del Paese di Teranga ha deciso di sospendere la tradizionale ricevimento del Presidente della Repubblica al ritorno da un viaggio (all’estero).

Con questa decisione, il successore dell’ Macky Sall vuole mostrare le sue credenziali ed evidenziare la sua determinazione a costruire un ambiente sano attorno alla gestione degli affari di Stato. Nel recente passato, quando il capo dello Stato rientrava da una missione ufficiale, era consuetudine mettere in atto un sistema di protocolli che prevedevano la mobilitazione di tutte le alte autorità della Repubblica per accoglierlo al ritorno dal viaggio.

I nostri colleghi della stampa senegalese hanno lasciato intendere che il presidente non vuole che le alte autorità civili e militari perdano mezza giornata di lavoro semplicemente per venire ad accoglierlo al ritorno dal viaggio. Il consolidamento delle finanze pubbliche e l’instaurazione di un clima di fiducia tra chi governa e chi è governato sono una delle principali priorità del tandem Faye-Sonko. Successivamente si impegneranno a costruire un ecosistema socioeconomico per la grande felicità della popolazione.

#Senegal

-

PREV Nessuna “fusione”, ma “armonizzazione” tra CBC e Radio-Canada, afferma la sua presidente Catherine Tait
NEXT “L’eutanasia con l’arma da fuoco è un reato…” La giustizia sospende l’autorizzazione alla macellazione notturna dei cani nell’Aveyron