Primo maggio a Caen: da 1.500 a 2.000 manifestanti in difesa dei lavoratori di tutto il mondo

Primo maggio a Caen: da 1.500 a 2.000 manifestanti in difesa dei lavoratori di tutto il mondo
Descriptive text here
-

Di Matteo Girard
pubblicato su

1 maggio 24 alle 13:04

Vedi le mie notizie
Segui Liberté Caen

Nel 2023, a Festa dei lavoratori L’evento storico aveva riunito in Francia da 800.000 a 2 milioni di manifestanti, a seconda delle fonti. Questo mercoledì, 1 maggio 2024, prometteva di essere molto più calmo. 215 raduni erano pianificati in tutta la Francia, di cui quattro nel Calvados.

Le “brutte mosse” del governo

A Caen, l’intersindacato (CGT, CFDT, FO, UNSA, FSU, Solidaires) si era dato appuntamento alle 10,30 in place Saint-Pierre. Se la fortissima mobilitazione dello scorso anno aveva agito come ultima resistenza contro una riforma pensionistica già adottata (20 marzo 2023, ndr), quella del 2024 si prospetta come Un nuovo inizio.

È un incontro importante nel senso che dobbiamo esprimere le nostre rivendicazioni, anche se non aspettiamo il 1° maggio per farlo. Oggi ci troviamo di fronte ad una situazione disastrosa.

Allan Bertu, segretario generale della CGT del Calvados

Il sindacalista denuncia il moltiplicarsi di “ brutti colpi contro il mondo del lavoro “. Cita, alla rinfusa, “30 miliardi di ulteriore austerità nel bilancio dello Stato, una riforma del mercato del lavoro, un nuovo diritto del lavoro in preparazione…”

Tra 1.500 e 2.000 manifestanti a Caen

Evoca la necessità di “alzare la testa per costruire mobilitazioni sulle questioni salariali”. E in ambito urbano alcuni si stanno già attivando: “Abbiamo movimenti sociali nei call center, ad esempio in Webhelp, ma anche nel settore medico-sociale. »

Nella processione, lo sono tra 1.500 e 2.000 manifestanti che hanno marciato per le strade di Caen.

“I lavoratori sono arrabbiati”

Tra le fila dei manifestanti si inserisce il governo Attal. “Sottoponiamo attacchi di tutti i tipi, sulle pensioni o sull’assicurazione contro la disoccupazione », assicura Christophe Garcia, candidato della Lotta Operaia alle elezioni europee.

I lavoratori sono arrabbiati, di fronte alle difficoltà di potere d’acquisto e all’inflazione. Questa rabbia silenziosa deve servire a respingere i datori di lavoro e il Primo Ministro.

Christophe Garcia, La lotta operaia

“L’istruzione è tutt’altro che una priorità nazionale”

In prima linea di fronte alle molteplici riforme, Cécile Douay, insegnante in un collegio di Lisieux, non nasconde di essere stufa.

Video: attualmente su Actu

Ci siamo mobilitati contro la riforma dello scontro dei saperi che vuole classificare gli studenti in base al loro livello. E abbiamo appena appreso della riduzione delle risorse per la fine dell’anno.

Cécile Douay, insegnante in un collegio di Lisieux

Lo nota, giorno dopo giorno l’istruzione è “tutt’altro che una priorità nazionale”.

Nel corteo c’erano molti difensori della causa palestinese. ©Mathieu Girard

La causa palestinese in prima linea

Un altro argomento è stato particolarmente sottolineato durante questo evento: Causa palestinese. Che legame con il mondo del lavoro mi racconterai?

Il 1° maggio è la Giornata internazionale dei lavoratori e noi siamo a favore della solidarietà dei lavoratori di tutto il mondo, perché sono loro che vanno in prima linea, sia in Palestina che in Ucraina.

Bérangère Lareymie, attivista del Nuovo Partito Anticapitalista

Nina Charlier del Palestine Solidarity Collective di Calvados segue l’esempio. “È del tutto giustificato che siamo qui. Siamo solidali con i lavoratori palestinesi, soprattutto coloro che sono morti: medici, giornalisti, insegnanti, ecc. Diciamo basta! »

Questo attivista di lunga data si rammarica di essere stato “ostracizzato dai poteri politici e talvolta dalla stampa”. Questo sabato, 4 maggio 2024, manifesterà nuovamente per la causa palestinese nel centro della città di Caen. Per la trentesima volta…

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Che tempo sarà a Mayenne e dintorni mercoledì 15 maggio 2024?
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News